Pena dimezzata all’uomo che investì e uccise Rocco Trivigno

:arrow: Video Se…a casa di Paola (Rai Uno) 12.11.2010

:arrow: Video La Vita in diretta

:arrow: Pagina de Il Quotidiano (Manuela Boggia, Antonio Trivigno)

:arrow: Articolo de La Gazzetta del Mezzogiorno

ACCETTURA  IGNATIUC VASILE DA 16 ANNI DOVRÀ ORA SCONTARNE 6 E MEZZO

L’omicidio di Rocco Trivigno derubricato in colposo in appello

ROMA. La legge è legge, e nella sua severità non c’è spazio per i sentimenti. Ne avevano avuto, forse, sentore mamma Caterina e papà Antonio, gli sfortunati genitori di Rocco Trivigno, scrivendo nella memoria consegnata ai giudici prima dell’inizio del processo di appello che “nel dibattimento hai la sensazione che le vittime restano soltanto vittime, non hanno mai nome, non hanno più un volto, non sono neanche più un ricordo”. E quello che non solo loro, ma tutti quelli che conoscevano Rocco, temevano, è avvenuto. Leggi tutto

Disavventura di un lucano. Eurostar vietato a disabili manca la carrozza

:arrow: Video YouTube Servizio

:arrow: Video YouTube Risposta Trenitalia

ACCETTURA – Sul treno Eurostar manca la carrozza attrezzata per disabili e così da Roma in Lucania si è resa necessaria una staffetta in automobile. È la disavventura occorsa ad un accetturese che così è stato accompagnato in automobile dal genero dalla capitale a Caserta e, nella città della Reggia, prelevato dal cognato sempre in auto per il rientro in paese.

Cristo si è fermato a Eboli come metafora del divario tra le due Italie. Una diversità ancora oggi segnata dalla barriera degli Alburni e dalla qualità dei servizi. A sud della cittadina salernitana, resa famosa dal libro di Levi, le linee ferroviarie non erano elettrificate. I treni erano alimentati a carbone. Sono passati 80 anni e i disagi e le difficoltà non sono cessati per i passeggeri diretti al sud, anche con il super pubblicizzato Eurostar 9363 Roma -Taranto.

Amareggiato, ma battagliero, Peppino Rizzo, maestro elementare in pensione, costretto su una sedia a rotelle, racconta il suo calvario. «Dovendo rientrare da Roma ad Accettura ho tentato inutilmente di prenotare sull’Eurostar 9363 una carrozza attrezzata per disabili, servizio di cui dispongono i treni in partenza dalla capitale verso il Nord. L’Eurostar, invece, ne è sprovvisto. Questo, naturalmente, si traduce anche in danno economico, se si pensa ai costi di un lungo viaggio in automobile e al numero di persone che bisogna impegnare per il trasporto di una persona in carrozzella. Si tratta di una palese violazione della legge 118/1971 sull’abbattimento delle barriere architettoniche e u n’autentica discriminazione fra cittadini disabili dello stesso Paese. Non capisco per quale ragione siamo tutti uguali nel pagamento delle tasse e diversi nei servizi. Noi meritiamo lo stesso servizio di pubblico trasporto di cui gode il Nord».

di ANGELO LABBATE

Aggiunta Accettura in Google Street View


:arrow: Clicca qui per passeggiare per le strade di Accettura

1 180 181 182 183 184 191