100 volte auguri a Nicola Branda!

Nicola Branda, nato ad Accettura il 17 novembre del 1922, compie oggi 100 anni. Figlio di Vincenzo Branda e  Isabella Giammarino, ha sposato nel 1949 Rachele Fiordelisi. Raggiunge il traguardo del centenario contorniato da tre figli, Isabella, Vincenzo e Giovanni e tre nipoti Giorgia, Luca e Ramon.

Dopo il matrimonio è emigrato con i fratelli Peppe e Michele a Nottingham, in Inghilterra, dove ha vissuto per 4 anni poi si è trasferito per 5 anni in Germania nei pressi di Stoccarda.

a Nottingham

Nel 1968, su invito dei cognati Sebastiano e Maria Fiordelisi, si è trasferito definitivamente a Torino.
Negli anni ha svolto la professione di calderaio, saldatore e carpentiere.

Nonostante la distanza è sempre tornato ad Accettura con piacere infatti, a 90 anni, ha preso per la prima volta l’aereo insieme alla moglie per partecipare alla festa del Maggio e nell’estate del 2022, a 99 anni, è tornato ad Accettura in treno.

100 volte auguri, zio Nicola!

Dopo 78 anni ritrovate tombe di 3 giovani soldati accetturesi

:arrow: Foto

Giuseppe Chiarillo e Adelmo Cervi

Dopo 78 anni sarà reso omaggio alle tombe di Nicola Loscalzo, Donato Belmonte e Garaguso Antonio, deportati in Germania durante la seconda guerra mondiale e assassinati nel 1944. Questa la scoperta importantissima di Giuseppe Chiarillo, accetturese che vive a Bologna, che in delegazione si recherà il 4 novembre nei cimiteri di Amburgo, Berlino e Varsavia ad onorare le tombe dei tre concittadini.

“Volevo condividere con voi – ci riferisce Chiarillo – un aspetto che riguarda la scoperta che ho fatto cinque anni fa e che a dirla tutta, riguarda tutti noi. Nella mia Accettura(MT), non ho sentito mai menzionare, o anche un solo accenno a vicende di resistenza; ancor meno di compaesani coinvolti; nulla assoluto. Si è sempre festeggiato, con fanfara a seguito, il 4 novembre e commemorato i morti della prima guerra mondiale. Una storia strana veramente per me scoprire a 62 anni una “meraviglia” del genere, per me è così, ne sono rimasto estasiato e affascinato. Cinque anni fa muore il padre di Pietro un mio amico, Belmonte Donato, e scrivendo sui social della notizia, aggiunge: con lui muore l’ultimo partigiano. Mi provocò letteralmente un terremoto benefico di emozioni accompagnato da mille pensieri. Parto subito al lavoro, chiamo il mio amico e mi racconta la storia del padre e mi manda un attestato di partigiano. Qui a Galliera l’ambiente e i territori sono pervasi di lotte e cippi, così come ogni luogo della regione, la Basilicata non fù terra di battaglia; Matera fu la prima città liberata dal nazifascismo con rivolta popolare. Comunque la cosa mi rendeva euforico e il solo fatto che sia capitato a me, era un segno che i partigiani e deportati di Accettura volessero comunicarci ancora qualcosa, sembrava che dicessero: ”adesso è il vostro momento ma, siate spronati dal buon vivere comune”. Sono anni che approfondisco, con l’aiuto di molti ragazzi appartenenti all’Anpi Basilicata e soprattutto da Michele Petraroia che una persona a dir poco straordinaria. Ad oggi, sono in possesso di 13 nominativi; vicende di concittadini che per fatti legati alla seconda guerra mondiale. Tre di loro giovanissimi, sono stati deportati in Germania e assassinati, ho chiesto ed ottenuto la posizione tombale dal Ministro della Difesa; una buona parte di loro sono tornati, segnati per sempre ma, vivi dalle proprie famiglie ed io sono contento di questa scoperta importantissima e di potervela raccontare e poter dare tanta speranza ai giovani che apprenderanno dei loro concittadini.
Il 5 agosto scorso, durante un’iniziativa pubblica ad Accettura ho reso pubblico queste scoperte, era con noi il sindaco Alfonso Vespe, Nunzio Sisto Resp. Agende Rosse Campania e Carmela La Padula dell’Anpi di Matera. Nella riunione, molto partecipata, si è anche deciso di formare un gruppo di 7/8 per andare a far visita ai tre ragazzi morti assassinati e sepolti in Germania e Polonia: Nicola Loscalzo a Amburgo, Donato Belmonte a Berlino, Garaguso Antonio a Varsavia. Andremo sulle tombe di questi nostri ragazzi assassinati dai nazisti per deporre un fiore in segno di gratitudine e rispetto. Un altro impegno che onoreremo sicuramente è di raggiungere 100 tessere nella provincia di Matera, sarà un impegno di tutti per Matera. La città liberata senza l’aiuto di forze militari ma dal popolo, per questo dobbiamo riuscire e poi finalmente avere anche noi la nostra città riconosciuta e alla pari delle altre. Noi ad Accettura siamo arrivati a 16 tessere e proporremo a Stigliano di aderire per completare questo impegno e poi formare una sezione Anpi in comunione Accettura/Stigliano…. Un po’ di impegno occorre da parte di tutti i materani, almeno per onorare i morti del nazifascismo.

Il Borgo ed. 2022 – Accettura tra arte e gastronomia

Sabato 29 e domenica 30 ottobre ritorna Il Borgo – Accettura tra arte e gastronomia, percorso gastronomico e culturale nel suggestivo centro storico del Paese del Maggio di Accettura, i cui vicoli e piazzette si riempiranno e coloreranno di artisti di strada, stand di prodotti tipici, esibizioni musicali, mostre, spettacoli e giochi per bimbi, performance artistiche e teatrali che porteranno i visitatori alla scoperta di chiese ed angoli caratteristici in un ambiente pieno di vita e socialità.

Programma

29 OTTOBRE
– 17:00 Spettacolo per bimbi
– 18:00 Voice’s Power
– 19:00 Francesco Siggillino: vicinato 51
– 20:00 L Passagwj
– 21:30 Canzoniere Grecanico Salentino
– Artisti di strada

30 OTTOBRE
dalle ore 17
– Banditore: Rino & Pier Nicola Locantore
– Jazz: K Trio
– Musica Popolare: G Fusco & A Anastasia
– Contrabbasso e Violino: B Abelardi e M Nusco
– Chitarra Acustica: A Tataranna
– Vibrafono: M Sannelli
– Musica, Vino & Oli: Degustazione
– Teatro PAT: Maia Moglie perfetta
– Sonorità Elleniche: Taxidi
– Jazz: La Machine des Songs
– Canto antico e moderno: Materico
– Voce&Chitarra: E Schiavone & N Moro
– Cartapesta Musicale: L’arte del Fare
– Canzoni ed echi lontanissimi: Kore
– Musica Napoletana: M Squillante & V Racioppi

ore 18.30 – Cripta Chiesa San Nicola
Dopo il silenzio: il maggio 2022. Exposition multimediale

ore 21:30 UCCIO De Santis

Riparte la seconda categoria, torna il derby Accettura – San Mauro

 

Domenica 9 ottobre riparte la seconda categoria e l’Accettura G. Colucci si appresta ad affrontare il 50esimo campionato di fila, si è iscritta infatti ininterrottamente a partire dal 1973.

Il campionato di quest’anno sarà molto lungo, si passa infatti dalle 8 squadre dello scorso anno alle 13 compagini di questo campionato.

Torna ad iscriversi la ASD Nuova San Mauro dopo un anno di stop, mentre non sarà presente la Giuseppe Barisano di Stigliano. I ragazzi stiglianesi hanno preferito iscriversi al campionato di serie D di calcio a 5.

Rispetto allo scorso anno, l’Accettura è stata inserita nel girone che comprende le squadre della zona ovest della regione.

Per questo motivo le squadre da affrontare sono tutte cambiate.

Saranno presenti l’Accademia Castelluccio, l’Atletico Agromonte, l’Avis Burgentia, il Casalbuono, il City Sport Agromonte, l’Ideale Montescaglioso, il Marsicovetere, il Montemurro, la Nuova San Mauro, la Polisportiva Sarconi, il Laurenzana Calcio e L’ASD Francavilla.

Nella prima giornata l’Accettura sarà ospite del City Sport Agromonte. Alla seconda giornata giocherà in casa contro la Virtus Francavilla.

:arrow:  Guarda il calendario

1 2 3 267