Don Giuseppe Filardi è cittadino onorario di Campomaggiore

Per dare lustro al nome di Campomaggiore, il parroco di Accettura, Don Giuseppe Filardi, ospite di “Campomaggiore capitale per un giorno”, ha ricevuto ieri sera dal Sindaco Nicola Blasi la cittadinanza onoraria del Borgo della “Città dell’utopia”

Così recita la deliberazione del Consiglio Comunale del 15.4.2016 guidato dal Sindaco Candio Tiberi:

“Don Filardi Giuseppe, per i Campomaggioresi, da sempre, “Don Peppino” è nato ad Accettura (MT) il 17 giugno 1946. E’ stato ordinato sacerdote il 21 agosto 1971. Dal 1972 e fino al 1995 è stato giovane parroco di Campomaggiore. Al di la della sua attività come uomo di chiesa, la sua presenza nella comunità ha rappresentato un lievito culturale in grado di incidere sulla formazione di più di una generazione di giovani. Don Peppino è stato punto di riferimento costante per tutti. E stato prete, amico, insegnante, promotore di eventi sportivi, ricreativi e culturali. Nei primi due anni della sua permanenza a Campomaggiore, si è recato in visita a Cesano Maderno (MB) ed a Torino per rinsaldare i legami religiosi coi numerosi concittadini emigrati in Piemonte ed in Lombardia partire dai primi anni ’50. Da sempre cultore della religiosità popolare e delle tradizioni locali, ha fondato la Pro-loco ed un gruppo folk col quale ha inciso un’audiocassetta dal titolo “Canti popolari di Campomaggiore” Leggi tutto

La Basilicata rende omaggio a Constantin Udroiu

Ad Accettura e Matera sarà reso omaggio a Constantin Udroiu, pittore e intellettuale romeno che soggiornò ad Accettura, su invito dell’allora ministro degli esteri Emilio Colombo, alla fine anni ’70. Ricambiò l’ospitalità dell’allora Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Nicola Nota, dipingendo le facciate del Municipio. Nel 1982 il Consiglio Comunale ed il Sindaco Giuliano Vespe gli conferirono la cittadinanza onoraria per meriti artistici.
Di recente, sono stati ritrovati ad Accettura tre bozzetti precedenti ai dipinti sul Municipio.

I dipinti di Udroiu sulla facciata del Municipio

Con due significativi eventi la Basilicata e la città di Matera, Capitale europea della Cultura 2019, renderanno omaggio a Constantin Udroiu, il grande ed eclettico pittore ed intellettuale romeno scomparso a Roma nel 2014 che tanto amò questa regione, scoprendola nelle sue singolari bellezze e dedicandole memorabili mostre in borghi e città. Il primo evento si terrà l’11 luglio 2019 ad Accettura (Matera).

Constantin Udroiu, che di Accettura è Cittadino onorario, dedicò a questa antica tradizione un monumentale affresco di 180 mq, realizzato nel 1976 sulla facciata del municipio. Ma al Maggio di Accettura ispirò anche dipinti e xilografie, facendolo conoscere in tutta Italia e in Europa tramite le sue esposizioni d’arte e le sue conferenze. Appunto ad Accettura, l’11 luglio alle ore 19 presso la Cripta della Chiesa di San Nicola, verrà presentato il volume “Constantin Udroiu – I colori del cuore”, curato da Luisa Valmarin e Ida Valicenti, nell’ambito del Convegno “Udroiu in Lucania”, nel quale saranno relatori Alfonso Vespe, sindaco di Accettura, Luisa Valmarin, moglie dell’Artista e già titolare della cattedra di Lingua e Letteratura romena all’Università La Sapienza di Roma, Francesco Guida, docente di Storia dell’Europa Orientale, Luciano La Torre, presidente dell’Associazione “Arte per la Valle”, Ida Valicenti, ricercatrice presso l’Università di Bucarest, Antonio D’Alessandri, docente di Storia dell’Europa Orientale all’Università di Roma Tre.

 

Il secondo evento, invece, si svolgerà a Matera, Leggi tutto

Antonio Loscalzo: rientra ad Accettura la salma dell’operaio colpito da malore a Santarcangelo (RN)

Il cantiere di di via Cavallotti a Santarcangelo di Romagna
Il cantiere di di via Cavallotti a Santarcangelo – foto Corriere Romagna

Giovedì 4 luglio alle 15:30 Accettura tributerà l’ultimo saluto ad Antonio Loscalzo, l’operaio 60enne di Accettura deceduto per un malore in un cantiere a Santarcangelo di Romagna il 27 giugno 2019.

Morto poco dopo l’arrivo in ospedale, lavorava sul tetto del palazzo dell’ex Biblioteca di via Cavallotti, di proprietà del Comune, per conto di una ditta di Potenza. Intorno alle 16.30 il 60enne, si ipotizza a causa del forte caldo, ha perso i sensi ed è crollato sul ponteggio. Il referto parla di un “arresto cardiaco irreversibile da ipertermia dovuta presumibilmente da un colpo di calore”. 

Antonio Loscalzo 1959-2019
Antonio Loscalzo
1959 – 2019

:arrow: Servizio del Tg3 Emilia Romagna

Il sindaco di Santarcangelo, Alice Parma, si è espressa sulla tragedia con un post su Facebook:

La Redazione di AccetturaOnline.it si unisce al dolore della famiglia Loscalzo.

fonte Corriere Romagna

Unitalsi lucana, aperte le iscrizioni per il pellegrinaggio in Terra Santa

 

La Sezione Lucana dell’Unitalsi organizza il Pellegrinaggio in Terra Santa dal 9 al 16 novembre 2019.
Il costo è di € 1.270 + costo autobus a/r per Roma Fiumicino.

Info e prenotazioni: Don Giuseppe Filardi, parroco di Accettura. Luisa Conte 339 4619261, presidente Unitalsi Tricarico.
Raccolta adesioni entro luglio 2019

:arrow: Programma PDF

Nella Terra di Gesù, è un viaggio per un’esperienza indimenticabile. Per conoscere dove Gesù è nato, vissuto e morto, per poi risorgere. Un viaggio alla riscoperta della nostra fede. Il contatto diretto con i luoghi santi, le letture del Vangelo sul posto tramutano il pellegrinaggio in una crescita spirituale.
L’Unitalsi offre la possibilità di vivere l’esperienza unica del Pellegrinaggio in Terra Santa, nei luoghi custoditi da secoli dai Frati Francescani della Custodia che, con devozione e tenacia, lavorano mediando le numerose situazioni di conflitto, accogliendo migliaia di pellegrini ogni anno.
Quella striscia di terra è la terra promessa da Dio al popolo ebraico, la terra promessa ad Abramo e alla sua discendenza, è la terra in cui è nato, morto e risorto Gesù ed è anche la stessa terra in cui Maometto, profeta dell’Islam, giunse al termine del suo miracoloso viaggio e da cui misticamente ascese al cielo.

È una Terra Santa per gli ebrei, per i cristiani, per i musulmani: a Gerusalemme sorge il Muro occidentale del Tempio, luogo Santo e inviolabile per il popolo ebraico; in tempi antichissimi vi è stata edificata la Chiesa del Santo Sepolcro, centro della cristianità, luogo in cui è possibile sentire e vivere intensamente il mistero di morte e resurrezione di Gesù.

A Gerusalemme, inoltre, sorge la cupola della Roccia eretta in età omayyade nel luogo dove è cominciata, per la fede islamica, l’ascensione del profeta Maometto. Per ogni Cristiano il pellegrinaggio in Terra Santa rappresenta un momento privilegiato per l’incontro con il Signore, perché in quella striscia di terra Dio ha posato i suoi occhi per sempre, ha parlato all’uomo, ha stipulato un’alleanza nuova in Cristo che nessuna infedeltà, nessuna iniquità potrà più cancellare: questo ci raccontano quei luoghi Santi, da lì è iniziato il cammino di salvezza per ogni uomo che crede e spera.

1 2 3 4 5 244