Comuni Ricicloni 2018, Accettura tra le eccellenze lucane.

Il sindaco di Accettura Alfonso Vespe premiato a Potenza

Secondo Legambiente, sono 31 i Comuni Ricicloni della Basilicata. Ma la regione paga ancora un grave ritardo infrastrutturale per lo smaltimento dei rifiuti.

Una media regionale che si attesta intorno al 50%. È il dato della differenziata in Basilicata fotografato dall’indagine Comuni Ricicloni 2018 di Legambiente che posiziona la regione in coda alla classifica nazionale insieme a Puglia, Calabria, Sicilia, Molise e Lazio.

Numeri quelli illustrati durante l’Ecoforum a Potenza, ancora insoddisfacenti, dipesi in larga parte dal ritardo storico con il quale la classe politica ha gestito la questione rifiuti, visto che soltanto dal 2016 la Basilicata si è dotata di un piano regionale a riguardo. Infatti, il 28% dei Comuni della Basilicata di fatto ancora non hanno avviato un vero sistema di raccolte differenziate nel loro territorio, oppure lo hanno fatto solo simbolicamente.

“la Basilicata ha superato una situazione di emergenza nella gestione dei rifiuti, emergenza che fino a 4 anni fa era assolutamente presente. Adesso però va fatto un passo in avanti, oltre a migliorare le performance di raccolta differenziata, è necessario anche dotarsi degli impianti necessari” ha dichiarato Antonio Lanorte, Presidente Legambiente Basilicata

Passando alle buone notizie, va sottolineato il premio come Comuni Ricicloni assegnato a 31 municipalità lucane su un totale di 131, 30 in provincia di Potenza, con Sarconi e Tramutola primi della classe, e 9 in provincia di Matera con Tursi al primo posto e Accettura, Garaguso, Salandra, San Mauro Forte, Calciano e Oliveto Lucano al secondo posto, appartenenti all’Unione dei comuni di Salandra, per avere superato nel 2017 la soglia del 65% prevista dalla normativa vigente. Di questi, 23 sono Comuni Rifiuti Free, avendo avuto nel 2017 una produzione di indifferenziato annua pro-capite inferiore a 75 kg/anno.

:arrow: Guida alla raccolta differenziata

 

Sostieni AccetturaOnline con una donazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :down: :ita: :left: :right: :mail: :nuovo: