Ricordiamo Rocco Trivigno

=>  I numerosi messaggi che avete scritto riconducibili ad un mittente verrano consegnati alla famiglia.

Sostieni AccetturaOnline con una donazione

170 commenti

  1. *Accettura in festa* 16.8.08 san Rocco é volato dietro tutte le persone che lo seguivano in chiesa. quell giorno io ho preso la strada per il cimitero, anche se avevo un dubbio, quell dubbio di non sapere come reagire. non riesco a toglermi dalla testa la tua foto li vicino, le cigarette, i fiori…
    tutti ti pensano ma tutti, anche se come me non ti conoscevano…..

    anche i santi possono sbagliare, SAN ROCCO questa volta ha fatto un sbaglio



  2. (11 maggio 2003) Sone le sei del mattino  quando mi sveglio, le ore di sonno trascorse non sono più che tre o quatto, perché la sera prima ho avuto il piacere di trascorrere una serata in allegria ad Affoltern, luogo dove si sono esibiti con gran successo il gruppo folk “I Maggiaioli” di Accettura. Per l’occasione erano arrivati anche tantissimi paesani dalla Germania. Paesani volenterosi di respirare il profumo della loro terra attraverso gli affetti che li lega.
    Caro Rocco, cosi faceva il riassunto del mio diario di quella giornata di quando ebbi la fortuna di incontrati per la prima volta. In quell’occasione intuii subito che tu eri una persona speciale. Il tuo modo di affrontare sia i tuoi coetanei che le persone più anziane, mi dava inequivocabilmente la certezza che chi mi stava di fronte era un ragazzo con una sensibilità e umanità fuori da ogni norma. Da allora ci rivedemmo un paio di volta ad Accettura e ancora si ripeté la mia impressione del nostro primo incontro. La nostra differenza di età ci ha forse impedito di approfondire l’amicizia, ma nonostante tutto, la notizia che mi è toccato leggere ritornando dalle vacanze, mi lascia di giaccio. So già che ritornare ad Accettura e non avere il piacere di parlare e scherzare con te non sarà più come prima.  Ai tuoi famigliari mi sento di rivolgergli queste parole.
    La perdita di un figlio crea un dolore incommensurabile, ma la certezza che il vostro piccolo …. è l’angioletto più bello vicino al Signore e che veglierà sempre su di voi vi sia di conforto.

  3. Ti ho conosciuto in un corridoio della facolta di chimica Rocco,e dopo quasi un anno di chiacchierate sul più e sul meno in un’aula,o sugli esami da affrontare mi ritrovo a sentire la tua mancanza come se da sempre tu fossi stato mio amico.Eri senza dubbio speciale,tutta la voglia di vivere e l’allegria possibili in un uomo tu le avevi.Che sia eternamente maledetto colui che ti ha portato via da noi,dal mondo e dalla tua famiglia.Addio Rocco,ci vediamo prima o poi..

  4. ROCCO ,DOLCISSIMO RAGAZZO DAL CUORE D’ORO,BASTARDO COLUI CHE LA VITA TI HA TOLTO,COME DIRE AI TUOI GENITORI E SORELLE DI AFFRONTARE UNA VITA SENZA DI TE?
    COME DIRE A TUA SORELLA VALENTINA CHE QUELLA NOTTE TI HANNO SPEZZATO LE ALI?
    SONO FIGLIA DI LUCANIA COME TE,QUINDI FRATELLI. TI HO CONOSCIUTO ATTRAVERSO I TELEGIORNALI,AVREI VOLUTO INVECE VEDERTI,ACCANTO AL TUO MITO,ROBERTO BOLLE,ED INSIEME VEDERVI ESIBIRE ALLA SCALA E GUARDARTI INCANTATA MENTRE LEGGERO VOLTEGGI NELL’ARIA,PIROETTARE SULLE PUNTE COME UN CARILLON,GLI SPAZI VUOTI CHE HAI LASCIATO NESSUNO LI POTRA’ RIEMPIRE MAI, PERCHE’ NESSUNO SOSTITUISCE L’ALTRO,VOLA ROCCO,VOLA LEGGERO COME UNA PIUMA ,ORA SEI INVINCIBILE. DIO TI PREGO PRENDITI CURA DI LUI STRINGILO FORTE AL TUO CUORE LUI FORSE HA PAURA ,TU NON FARLO SENTIRE SOLO,LUI NON ERA ABITUATO,ROCCO RAGAZZO DOLCISSIMO IO NON TI HO MAI CONOSCIUTO,MA SIAMO FIGLI DELLA STESSA TERRA, UN GIORNO AVRO’ L’ONORE DI CONOSCERTI E DIRTI ,CHE MERAVIGLIA DI FIGLIO
    AVEVA LA FAMIGLIA TRIVIGNO.TI ABBRACCIO ,ANGELO CELESTE CHE TU POSSA TROVARE LA PACE NEL REGNO DEI CIELI.TI VOGLIO TANTO BENE ROCCO,RAGAZZO SPECIALE,VEDI,SEI TALMENTE STRAORDINARIO CHE TI SI PUO’ VOLER BENE ANCHE SENZA CONOSCERTI.VINCENZINA NOTARGIACOMO (VIETRI DI POTENZA)

  5. Che tristezza … non si può morire cosi’!Carissimo Rocco il tuo sorriso sarà sempre impresso nei nostri cuori.

  6. ciao!
    non ti conoscevo come tu non conoscevi me, ma la tua morte mi ha colpito tanto! anche se sono lontano fisicamente sono vicino con il cuore e spiritualmente alla tua famiglia e a tutti gli accetturesi sconvolti da questa dramattica notizia! non ci si dimentica delle radici della propria vita…un abbraccio

  7. é passata guasi una settimana…il cielo é chiaro e mi immagino che tu ora stai lassú forse a ballare?!.. forse a guardare accettura?!…. un angelo sa fare tutto…sai caro io non ti conoscevo putroppo come persona ma mi stai molto vicino…lunedi sera stavo davanti a quella candela e la guardavo, pensandomi che ora ci stavi tu li per asscoltarmi… ma quando ho detto “ti voglio bene” si é mossa… ci sei accanto a noi vero?….
    domani parto, chi sa come sara´ accettura quando arriviamo…mancherai un immenso…

    -ti voglio bene-

  8. Anche io vorrei manifestare il ricordo più bello che ho di questo ricciolino. Quando ancora abitavo ad Accettura e mio figlio aveva intorno ai 5-6 anni, mi sono ritrovato più volte a casa, come lieto ospite, il caro Rocco. Lui aveva sei anni più di mio figlio ma appena lo vedeva per strada si avvicinava per farlo giocare, per trasmettergli la sua allegria, la sua bontà. Ne ricordo la sua discrezione, la sua buona educazione che ha sempre mantenute costanti nel tempo. Ogni volta che lo incontravo, con modi quasi da timido, con un leggero dondolio della testa che faceva smuovere i suoi riccioletti, era sempre il primo a salutare. Il suo ricordo resterà sempre vivo dentro tutti noi che lo abbiamo conosciuto. Ciao Rocco

  9. Dopo il grande dolore per la scomparsa di Rocco è il momento della riflessione. Mi chiedo com’è possibile pensare alla propaganda ideologica di partito in un momento tragico quale è stato la morte di un giovane di 20 anni. Come si fa a dire, davanti alle telecamere, che la colpa di quanto è accaduto non è di nessuno? Sono cose che succedono….???!!! NO. queste sono cose che NON DEVONO SUCCEDERE !!!forse la signorina Julia ha dimenticato che c’è un uomo in carcere accusato di OMICIDIO VOLONTARIO, un delinquente extracomunitario con decreto di espulsione, non meno delinquente di altri italiani, certo, ma protetto da buonisti e garantisti perchè moldavo: per paura di strumentalizzazioni ,facciamo razzismo al contrario? siccome sono immagrati sono anche al di sopra delle nostre leggi? se fosse stato un  ladro italiano chi l’avrebbe difeso ? quel giudice, evidentemente anche lui buonista e garantista, è moralmente responsabile di quanto accaduto, prolungando il soggiorno di quel ladro gli ha permesso di rubare un bene prezioso, la vita del nostro Rocco. 

    UN VAFFA A TUTTI I COMUNISTI BUONISTI E GARANTISTI, CI AVETE ROTTO CON QUESTE PROPAGANDE INSULSE, AVETE LA MENT OFFUSCATA DA UN’ IDEOLOGIA vUOTA…

    TUTTE CHIACCHIERE AL VENTO. PIUTTOSTO ANADATE A LAVORARE!  

  10. I giorni passano e tu non ci sei.
    E’ passata una settimana, ma il tempo per me si è fermato a venerdì mattina.
    Sotto quel cumulo di terra non puoi essere tu. Guardo quella crocetta di legno con la tua foto, leggo il tuo nome, ma per me è ancora impossibile crederci, sembra tutto un sogno. 
    Eppure ora ho il cuore pervaso di dolcezza, una dolcezza straziante, la dolcezza dei ricordi.Il Padre Nostro in latino dei nonni che ci faceva sorridere, le chiacchierate di filosofia insieme, tutte le volte che ti alzavi da tavola battendo le mani sullo stomaco perchè avevi mangiato troppo…La tenerezza che nutrirò sempre verso di te mi aiuta anche a trovare una risposta: sei andato via per una Ragione che noi umani non possiamo comprendere. 
    Ti sento nell’aria, per le strade di Accettura..
     Lascio qui queste parole di Sant’Agostino, immagino che siano proferite da te, rispecchiano il tuo spirito…sono state di conforto per me, e forse lo saranno anche per altri..

    La morte non è niente .
    Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami col nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare, parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima, pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
    La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza.
    Perchè  dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perchè sono fuori dalla tua vista?
    Non sono lontano, sono solo dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.
    Rassicurati, va tutto bene.
    Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.
    Asciuga le tue lacrime e non piangere se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

  11. leggo i commenti su questo blog…e la tristezza mi assale!
    non ti conoscevo benissimo ma abbastanza da poterti vedere sopraggiungere da lontano con la tua camminata unica e il tuo sorriso profondo a portarmi il tuo saluto di bentornato…e ancora non posso credere che non potro’ piu’ rivivere questa scena…che crudele il destino!!! ora accettura è piu’ povera senza te, la tua allegria.
    ma,in compenso, è piu’ ricco il cielo con un raggio di sole in piu’, tu!
    veglia sulla tua famiglia in questo momento, ne ha tanto bisogno.
    io non ho nemmeno il coraggio di fare una chiamata per ora, perche non ho la forza di consolare la tua mancanza, non sono all’altezza di attenuare il vuoto immenso che hai lasciato…
    un abbraccio a tutti i familiari e coloro che ti vogliono bene… 

  12. Non ho scritto prima perchè non trovavo parole adatte. Non volevo trincerarmi dietro una frase fatta. Non volevo invadere il blog di rabbia verso ciò che è successo. Non volevo sporcare la memoria di Rocco col mio nickname. Ora, con un nickname diverso e con la rabbia che man mano che passano i giorni lascia il testimone alla ragione lascio per Rocco una poesia di Pablo Neruda:
    Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,
    ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
    chi non cambia la marca o colore dei vestiti,
    chi non rischia,
    chi non parla a chi non conosce.
    Lentamente muore chi evita una passione,
    chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i
    piuttosto che un insieme di emozioni;
    emozioni che fanno brillare gli occhi,
    quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,
    quelle che fanno battere il cuore
    davanti agli errori ed ai sentimenti!
    Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
    chi è infelice sul lavoro,
    chi non rischia la certezza per l’incertezza,
    chi rinuncia ad inseguire un sogno,
    chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.
    Lentamente muore chi non viaggia,
    chi non legge,
    chi non ascolta musica,
    chi non trova grazia e pace in sè stesso.
    Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,
    chi non si lascia aiutare,
    chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.
    Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
    chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
    chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.
    Evitiamo la morte a piccole dosi,
    ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di
    gran lunga
    maggiore
    del semplice fatto di respirare!
    Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di
    una splendida
    felicità.

  13. Voglio ringraziare il mio amico amatissimo Enzo Labbate per aver allestito questo sito che durante questa immane disgrazia  é stato una sorta di ipotetico e moderno falò intorno al quale tutti noi Accetturesi residenti e non,  stroncati dal dolore, ci siamo consolati tenedoci per mano e recitando l´Eterno riposo per questo povero figlio Nostro.

  14. Io quando ho sentito questa brutta notizia sono rimasta di sasso…non riuscivo a crederci, o forse ke non volevo crederci…
    comunque quando penso a te ricordo quei bei omenti trascorsi assieme ad esempio negli scout, oppure quando abbiamo fatto la sfilata…
    Tu eri un tipo molto sorridente e non litigavi mai con nessuno!!
    Insomma sarai presente nei nostri cuori, anke se non possiamo vederti.

    Ti penseròin ogni attimo della mia vita.

    ADDIO ROCCO!!!!  :( :evil:

  15. Muor giovane colui ch’al cielo è caro.(Menandro)

    Ti rubarono a noi come una spiga.
    (Rocco Scotellaro)
    E’ tornato per un poco il sorriso sul volto di papà Antonio e mamma Caterina. Un improvviso raggio di luce ha attraversato i loro occhi, quando da Roma sono arrivati gli amici di Rocco,Davide, Mirko, Gianmario, Veronica, Erika, Ergis, Jessica, Daniela, Giulio e Viky, compagni del laboratorio di analitica qualitativa. Con loro avevano un dono particolare. Hanno portato il camice bianco del dottor Trivigno, sul quale hanno ricamato le frasi che Rocco ripeteva spesso, “a razza ca ne vene”, quando un esercizio presentava qualche difficoltà, e “un giorno tutto questo che vedete sarà mio e il rettore sarà il mio assistente”, quando era preso dall’euforia e immaginava un futuro di scienziato.Un tratto tipico del temperamento gioioso, mai offensivo del ragazzone che tutti stimavano e volevano per amico. Veronica racconta che Rocco arrivava a passo svelto e in punta di piedi all’istituto, dispensando saluti a tutti, anche agli sconosciuti. Sempre in giacca e cravatta , calzoni con la riga stirata e scarpe a punta. Domani, in suo ricordo organizzeranno una cerimonia nell’istituto con le musiche e i canti che amava. Il banco che occupava abitualmente sarà suo per sempre, contrassegnato con una targhetta. Non è stato un incidente qualunque, la perdita di una vita non è mai cosa da nulla. Il paese stenta a rientrare nella quotidianità. I discorsi tornano sempre su Rocco e le traiettorie della memoria si affollano quasi naturalmente. Ognuno ha un ricordo particolare, un aneddoto da raccontare. Come in un film che scorre all’indietro,Rocco appare nelle vesti di Cristo nella rappresentazione della Settimana Santa, che interpretava con totale partecipazione, preparandosi per giorni alla Passione. Succede solo ai puri di spirito di simulare il destino finale. Da Roma, intanto, arrivano notizie confortanti. La TAC, alla quale è stato sottoposta Valentina, è risultata negativa. Qualche preoccupazione c’è stata per Nicola Telesca, il giovane aspirante regista, il ragazzo di Valentina. La crisi cardiaca, successiva al secondo intervento all’aorta, è rientrata. Si prospetta, comunque, per entrambi un lungo percorso terapeutico. La madre di Nicola, Antonietta Paradiso, non si mossa da Roma. Antonio e Caterina, dopo aver accompagnato Rocco nell’ultimo viaggio, si apprestano a tornare nella Capitale. Valentina, studentessa di antropologia, che nei suoi studi si è imbattuta nel Ponte di San Giacomo di Luigi Lombardi Satriani e nel Lamento funebre di Ernesto De Martino, era legatissima al fratello. Sarà doloroso e difficile dirle che Rocco non c’è più. L’intervento della psicologa non è sufficiente. Ci vuole anche l’affetto e l’amore di due genitori distrutti dal dolore, ma che hanno la consapevolezza che bisogna andare avanti. La vita continua. Deve continuare.

    Angelo Labbate

  16. nell’apprendere della morte di un ragazzo di Accettura il pensiero è stato ai miei fratelli scout.
    condividiamo il dolore della perdita di un fratello che nella gioia serviva e rendeva felice il prossimo. Domenico e gruppo scout Montescaglioso 1

  17. tante volte guardando il telegiornale si viene a conoscenza di episodi drammatici, ma solo quando riguardano persone che conosciamo ci toccano realmente!molto spesso ci sentiamo immuni da alcune tragedie..ma purtroppo non è cosi, non ci sono sconti per nessuno! questa volta è toccatoa te, Rocco, giovane ragazzo di soli 20 anni  pieno di vita! una morte ingiusta a cui sarà difficile trovare un perchè, in particolare perchè sei stato una vittima di una giustizia inesistente!con il tempo la rabbia verso chi ti ha tolto la vità potrà affievolirsi, ma sarà dura eliminarla del tutto…perchè ci ha tolto INGIUSTAMENTE un tesoro UNICO!!hai lasciato un grande vuoto incolmabile dentro tutti..perchè chiunque, anche solo di vista, venendo giu ti ha notato e conosciuto!
    da piccoli abbiamo trascorso molto tempo insieme, in molte foto dei compleanni ci sei tu con le tue sorelle, e guardandole rivedo lo stesso ragazzo ricciolino di adesso…poi con il crescere e il trasferimento ci siamo un pò persi di vista ma ogni volte che venivamo giu non mancava mai il tuo saluto radioso e quattro chiacchiere! già, perchè tu eri, e forse sarai ancora, un ragazzo educato, disponobile, ambizioso e pieno di gioia e soprattuto buono…!mi fa strano scrivere al passato, pensare che non ti vedremo più passeggiare in piazza con la tua camminata inconfondile…ma purtroppo questa è la vita…una schifezza!!! l’unica cosa che possiamo fare è continuare a ricordarti cosi come eri, pensando che comunque una parte di te rimarrà per sempre nel cuore di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerti!!
    rimarrai per sempre nei nostri cuori!!

  18. C’era una volta Rocco / che disse al suo compare / raccontami una storia. / Il compare incominciò / c’era una volta Rocco / che una notte a Roma volò in alto / un dito sopra il cielo. / Gli angeli cantarono / Rocco s’incantò / a terra non tornò. C’era una volta Rocco / adesso non c’è più. 

  19. Ciao Rocco…
    Non ti conosco e non mi conosci…
    Conoscevo tuo padre come il fotografo di Accettura, vivo a Roma dopo aver vissuto 15 anni in lombardia ma sono originaria di Garaguso, ho parenti ad Accettura, mio padre è natìo di Accettura……..da quando ho appreso la drammatica notizia mi sento come se mi avessero tolto un pezzo delle mie radici, lo so..sembra presuntuoso..ma è così.
    Ho figli della tua età e nn oso immaginare nemmeno lontanamente cosa possano provare i tuoi genitori….
    Affinchè questo tuo destino nn sia vano ho una preghiera da farti, veglia su tutti i ragazzi che come te si affacciano alla vita…proteggili da questo mondo crudele.
    Un abbraccio sentito dal profondo del cuore alla tua famiglia.
    Caterina Dirocco

  20. QUESTO NON E’ RAZZISMO..E’ PURA GIUSTIZIA..CACCIATE QUESTI FIGLI DI PUTTANA A CALCI NEL CULO..ACCOGLIENTI IN TUTTO..OK..MA NON VOGLIAMO LA DELINQUENZA..NOI NON FACCIAMO LO STESSO ALL’ESTERO..CHE NON E’ DACCORDO MI RISPONDA A QUESTA E-MAIL..DIMOSTRERA’ DI ESSERE PIU’ BASTARDO DI CHI CI PORTA LA DELINQUENZA..METTIAMOCI A LAVORO COME SI DEVE..VIA QUESTI BASTARDI……

  21. Ho conosciuto Rocco 1sola volta per caso ad 1 festa, simpatico, allegro, e quel dialetto strano che mi faceva sorridere..poi le foto, era proprio lui, alto riccio e sorridente..un brivido dentro, qualche messagio di conferma e poi si, è lui..niente dubbi, niente parole, bloccata la gola, e poi le lacrime, che anche se non conoscevo bene Rocco sono scese, non solo per lui, ma per tutti coloro che lo conoscevano meglio di me, per tutti quelli che piangono e piangeranno a lungo Rocco..non voglio più dilungarmi perchè ormai le parole non aiutano più, voglio dare un ultimo grande saluto a Rocco, anche se ti conoscevo molto poco il tuo ricordo rimarrà indelebile nel mio cuore..Buon viaggio verso il paradiso..è quello che meriti………….Dario…..

  22. Rocco un tragico destino è toccato a te non ci sono parole per descrivere che
    quello che noi tutti proviamo in questo momento, come si può morire a ventanni,
    perchè una mamma e un papà devono provare un dolore cosi grande, tu ora sei un angelo, dovrai dare loro la forza di andare avanti e soprattutto vegliare su Valentina e Licia, noi accetturesi da oggi possiamo dire che abbiamo un angelo , si chiama Rocco e che tutti noi abbiamo conosciuto. 

  23. non si puo morire cosi……..faccio parte delle forze dell’ordine e vi dico che questi assassini sono piu forti di noi perchè non hanno nulla da perdere ed hanno sempre il coltello dalla parte del manico…creano solo problemi…spero solo un giorno di verderli soffrire cosi almeno riusciranno a capire il dolore che provocano alle famiglie di questi poveri ragazzi….sono un garagusano che ha conosciuto rocco perchè frequento spesso accettura e la notizia della sua scomparsa mi ha creato subito un nodo alla gola……..rocco apri le ali e non fermarti mai….un abbraccio alla famiglia

  24. mi ricordo vagamente di te, rocco, ricordo però di averti visto sgambettare insicuro in casa dei tuoi zii rosanna e franco, persone stupende e umili di cui dopo tanti anni sono fiero di aver conservato l’amicizia, ricordo lo splendido sorriso di caterina e lo sguardo superbo e pieno di orgoglio di antonio, mentre ti osservavano muovere i tuoi primi passi. sono passati 20 anni, non ti ho piu visto, credo, e oggi ho saputo da tuo zio franco ch te ne sei andato per colpa di… (no comment)… sono sicuro che da lassù veglierai sui tuoi cari. riposa in pace rocco stasera ti ricorderò nelle mie preghiere…
    un abbraccio commosso a caterina e antonio, credo che non si ricordino di me, ma sono vicino a loro e a tutti i parenti in questo momento cosi drammatico e sconvolgente

  25. Dolore e rabbia per una morte ingiusta, ma là dove sei ora non esiste la morte e l’unica cosa che porta conforto è che ora puoi gioire e finalmente danzare con il volto illuminato dai raggi del volto di Dio! Prega per i tuoi cari affinchè Dio e la Madre Celeste li aiutino a sopportare questo immenso dolore. Ciao Rocco.

  26. Mi chiamo Rocco anch’io come te, sono lucano e vivo in Sicilia. Conosco la malinconia della propria terra, una terra che magari ci ha potuto donare solo un enorme bagaglio di valori e una sete di sogni nuovi. Quei sogni che molte volte si è destinati a cercare fuori dalla propria terra, lontano dalla famiglia, dai posti in cui sei cresciuto, dagli amici…
    E poi basta un niente per far si che quei sogni non si realizzino mai più.
    Chissà, forse ora lassù nel cielo continuerai a sognare ancora… Forse un mondo migliore di questo che hai lasciato innocentemente… Forse continuerai a darci forza per continuare a sognare che un mondo più bello di questo è possibile se veramente ci vogliamo bene. Io non ti conoscevo ma siccome sono giovane come te e lucano come te ho voluto anche io salutarti lasciandoti qui un messaggio. Spero che lo leggerai in qualche modo e sentirai che mi è davvero dispiaciuto tantissimo. Rimani accanto alla tua famiglia sempre e prega per un mondo migliore… un mondo migliore che anche tu hai sognato. Ti stringo forte al cuore. Rocco

  27. In questi giorni ho provato a scrivere ma era molto difficile mi si era formato un nodo in gola e le mie mani quando provavo a scrivere si bloccavano insieme al pensiero.
    Al momento della notizia il mio pensiero era rivolto alla tua cara mamma che mi diceva sempre beata te che stai vicino a tua madre io ho tre figli e sono a Roma,è stata una loro scelta ma io ci stò male sopratutto per Rocco io volevo che andasse a studiare a Potenza cosi era più vicino a me con gli occhi pieni di lacrime.
    Rocco ora che tu sei lassù stai vicino a lei.
    Caterina ti voglio bene ricordati che io e la mia famiglia ci siamo sempre…………
    Vale in questi giorni ho pregato per te ti voglio bene guarisci presto

  28. Penso a te,ogni momento della giornata.Rivivo i bei momenti trascorsi insieme in sezione…eri “tosto”tu,davvero unico! Non ti si faceva mai cambiare idea. Vado a letto la sera e ti rivedo,felice, in quella foto sulla parete della mia stanza che ci ritrae tutti insieme abbracciati, io, tu,Vale,Licia e tutti gli altri compagni.Eri la gioia dei tuoi genitori e delle tue sorelle che non ti “mollavano”mai. Veglia sempre su di loro!Resterai sempre nel mio cuore piccolo,dolce Rocco,resterai nel cuore di tutti quelli che ti hanno amato e conosciuto. Un abbraccio fortissimo a Vale e Nicola, a Licia, e a Caterina e Antonio, genitori esemplari,esempio per tanti.

  29. In questo momento non si trovano mai le parole giuste, si ha paura di essere inopportuni..un dolore così grande, che arriva all’improvviso senza capire nè come , nè perchè..ti pone di fronte al fatto compiuto e non ti resta che piangere. Caro Rocco non ti conoscevo personalmente, ma ho bene stampato il tuo viso nella mia mente, ti ho visto tante volte passeggiare per la piazza e quando ha saputo la notizia ho pianto per te, come tutti del resto. Morire a questa età NON E’ GIUSTO, avevi ancora tanta strada da fare e tanti sogni da realizzare..e invece ora non puoi più fare nulla, o per lo meno non affianco a noi, non fisicamente. Probabilmente ora ti sei già creato dei nuovi piani per stare vicino alla tua famiglia e aiutarli ad affrontare la tua perdita, per far trovare loro la forza e il coraggio di andare avanti perchè c’è chi ha ancora bisogno di loro.
    Ti ricorderò con affetto…CIAO ROCCO

  30. Mi continua a tornare in mente il suo volto pulito, allegro, il suo sorriso… quella faccia da schiaffi di un bravo ragazzo “preoccupato”. Non  lo conoscevo bene, ma era un ragazzo che ti entrava nel cuore, non potevi non affezionartici…
    CIAO ROCCO, giovane chimico dall’anomo di Elliot….

  31. Conoscevo Rocco solo di vista, ma la notizia della sua morte mi ha distrutto.  Non è giusto morire così a soli 20 anni….non è giusto!
    Veglia sulla tua famiglia che ne ha tanto bisogno in questo momento….soprattutto su tua sorella Valentina.
    Io credo nell’aldilà e negli angeli, quindi credo che tu in questo momento con lo spirito sia vicino alla tua famiglia. Aiutali ad andare avanti…..
    Sono vicina alla famiglia per questo immenso dolore.
    Ciao Rocco……

  32. Rocco….
    la notizia é stata terribile e il primo pensiero si é rivolto alla tua famiglia. andarsene con 20 anni non si puó… tutti i sogni danvanti, desideravi tanto la danza, come la desidero io, ballare é una pena cosi grande che diresti ogni giorno <grazie> a dio!
    ma ora.. chi é dio? una persona che si viene a prende degli angeli? ma peché le nostre? dommande che mi sto chiedendo quest´ultimi giorni, ma la risposta non me la puó dare nessuno, nemmeno dio che é stato l´unico a lottare il destino!
    lassú ora hai un palcoscenico grandissimo e ogni mattina vado alla finestrda e guardo il cielo per vedere te…
    sai anche se ti conoscevo solo da vista, mi stai troppo vicino. oggi quando torno a casa mi metteró al computer per leggere questi frasi che amici e parenti ti lasciano.
    mancherai tanto alla nostra accettura!
    e pure tu non vai via, mai, starei sempre nei nostri cuori. non ti vedremo piú passeggare in piazza o nel bar, ma tutti sanno che da lassú ci guardi…
    una cosa ti prometto, ad accettura ce ne faremo dei balli, e mentre tutto questo penseró a te, tu che lo facevi con tanta gioia.

    dio ha scelto te, e ha scelto un angelo straodinario, che ha lo sguardo fissato sempre sulla sua famiglia, e sempre con quel spendito sorriso sul viso …

  33. Non ho avuto modo di conoscere Rocco, essendo da qualche anno fuori dall’associazione Scout.
    Sono sicuro che il suo zaino personale era sempre pronto ad ogni evenienza, anche a quelle più difficili, e sono convinto che è partito per questo viaggio sì all’improvviso, ma non certo alla sprovvista, e sta ora contemplando il volto di Dio con un sorriso ancora più radioso delle sue fotografie.
    Buona Strada Rocco
    Donato

  34. La morte è sempre qualcosa di terribile, ma morire così..travolti dalla follia di un uomo… comunitario o extracomunitario che sia è SCONVOLGENTE.. Dai giornali ho appreso che eri un ragazzo di FEDE..hai creduto e sperato anche tu come tanti di noi in un mondo migliore e diverso. Ti accolgono gli angeli in cielo Rocco  ..Il Signore ti ha chiamato in Paradiso..va… balla e canta la vita.. guidaci anche tu da lassù e sii roccia e sostegno per quanti ti hanno conosciuto e amato.

  35. un altro ragazzo vittima innocente di un sistema fuori controllo.è impossibile pensare che sia morto per gli illeciti di persone che nn potevano nemmeno essere presenti in Italia.questa gente non solo ignora qualunque sorta di autorità,si concede anche il lusso di delinquere.ROCCO aveva un’intera vita davanti,sogni e progetti che sono svaniti nel nulla a causa di un “pusillanime moldavo” che se l’è anche cavata senza un graffio!!!Non esiste giustizia,Rocco spero solo che tu ora sia in un posto migliore…
    un abbraccio colmo di affetto, Aldo

  36. perchè Signore? perchè… perchè…
    se nella tua creazione così perfetta c’è posto per questo male…forse non sfugge neanche questo ai tuoi occhi…
    e allora ci consola la speranza che ci stai preparando un regalo più bello, una vita e dei sogni più veri…
    e te caro rocco ne sei già parte… prega per noi e noi lo facciamo per te
    don ale 30enne

  37. ciao Rocco, io non ti conoscevo, ma la notizia della tua morte mi ha molto colpito. Forse perchè avevi solo vent’anni o forse perchè sono lucana come te o forse perchè anch’io anni fa mi sono trasferita a roma per studiare e per vivere la mia vita. ieri sono passata da quall’incrocio maledetto: ho visto i fiori che la gente aveva deposto per te e mi sono venuti i brividi. non riesco a smettere di pensare a te e alla tua famiglia e soprattutto a tua sorella che deve ancora vivere il dolore per la tua perdita. veglia su di lei e aiuta la tua famiglia a superare questo tragico momento. addio fratello, magari ci incontreremo lassù.

  38. anche se ti ho incontrato rare volte accanto a tuo padre, un grande uomo, sono 3 giorni che non faccio altro che pensare a te e ai tuoi genitori.
    Addio Rocco!

    Sentite condoglianze, Dimasi Rocco 

  39. Non ti conoscevo ma la notizia mi ha trafitto il cuore.
    Sento una tristezza immensa.
    Sono vicina ai tuoi genitori, ai tuoi parenti, a tutti i tuoi tanti amici, a tutte le persone che ti vogliono bene.
    Ciao Rocco.

  40. Anche se non ero del posto ti ho sempre visto come una persona allegra e vivace, ti ho sempre incontrato col sorriso sulle labbra, mi hai sempre parlato con gentilezza ed educazione…Eri un ragazzo a cui non mancava mai la parola GRAZIE e tanto meno la paola PREGO…Eri un ragazzo pronto a fare tutto per gli altri, i tuoi grossi ricci rappresentavano la grandeza del tuo cuore…camminavi saltellando e sembrava che il terreno sotto di te ti molleggiasse…ricordo ancora il giorno della sfilata, quando camminavo sulla passerella e tu mi facevi sempre il gesto di alzare di più lo sguado, sempre attento che nessuno ti vedesse…ora invece sei tu ad avere lo sguardo su di noi…sei tu a vigilarci dall’alto…e so che di certo prenderai questo compito con gioia, come hai sempre fatto!!!….dai racconti che sento su di te ho capito che qualunque cosa si facesse tu eri sempre la perla più brillante di tutta “collana”….avrei voluto salutarti per l’ultima volta…non importa lo faccio ora…CIAO ROCCO…
    Paolo Oliveri (Besozzo)

  41. ” Non ho conosciuto
    il tuo sorriso,
    quei nastri colorati
    che giravano la tua vita,
    i sorrisi
    per un’avventura
    da vivere,
    un Girasole
    che seguiva
    ogni raggio di un cielo di sogni,

    ma se hai saputo conoscere
    l’amore
    sai raccontarmi
    che con il cuore
    si ascoltano
    note di sentimenti.
    E’ proprio li,
    in quel cuore,
    che ti ho conosciuto,
    ho dipinto
    il tuo volto
    nel mio
    anche se ormai in silenzio.

    Le nostre vite
    hanno conosciuto
    gli stessi sentieri di scelte:
    un fazzolettone
    di “guida” per ogni ideale,
    e una nuova città lontana
    per crescere
    e diventare persone
    del futuro,
    ma in quellos tesso sentiero
    non ho
    conosciuto un tempo
    per accarezzare i tuoi riccioli.

    Ora …
    ti conoscerò per raccontarti,
    per poter giocare con i tuoi riccioli
    nelle mani del Signore
    che impaziente ha voluto averti con Se.
    … “

  42. Desidero esprimere la mia vicinanza alla famiglia Trivigno in questo tragico momento di  lutto. La vita è un bene prezioso, e quando se ne va da un ragazzo giovane e forte come Rocco il rammarico non ha limite.
    Ormai sono tanti anni che manco da Accettura ma voglio comunque sostenere moralmente Rocco e tutti i suoi cari.
    Sentite condoglianze, Antonio 

  43. Di fronte ad una morte così precoce, non ci sono parole..
    Progetti, speranze, sogni vengono spazzati via in un veloce e terribile momento.
    Non conoscevo personalmente Rocco,  ma ho sentito la necessità di esprimere il mio cordoglio alla sua famiglia per questo dolorosissimo evento.
    Antonio ( Milano)

  44. Quando una persona ci lascia, quando non è più qui e non possiamo più toccarla, o sentire la sua voce… sembra scomparsa per sempre. Ma un affetto sincero non morirà mai. Il ricordo delle persone che ci sono state care vivrà per sempre nei nostri cuori: più forte di qualsiasi abbraccio, più importante di qualsiasi parola.
    Le lacrime sono piccole gocce d’amore, il pianto un modo per dire che vorresti fosse ancora qui con noi, un modo per urlare al mondo intero… che non Lo dimenticherai mai. In queste occasioni ogni parola appare vuota di senso di fronte ad un dolore così grande.
    Sono vicina a tutta la famiglia di Rocco, un abbraccio forte,
    Katia Rasulo

  45. Ciao Rocco ti saluto anche io che sono un Garagusano, non ti conoscevo bene, solamente di vista, da bambini abbiamo trascorso insieme al parco di gallipoli cognato momenti.
    Sarei voluto venire al funerale oggi per darti l’ultimo saluto ma gli imprevisti mi mantengono ancora qui a Bologna.
    Io che da quando ho sentito la triste e crudele notizia non ho fatto altro che pensare in fondo anche io sono uno studente universitario e so i sogni che sono presenti nella nostra testa. Purtroppo Dio ti ha portato con se ed hai lasciato tutti con grande dolore.
    Da lassù proteggi tutti quelli che ti hanno voluto bene e te ne vorranno ancora, il tuo ricordo credo che non morirà mai.
    Addio Rocco spero ci rivedremo lassù.

    Gaudenzio Divona (Bologna)

  46. Ho conosciuto Rocco a l’età di 12 anni, quando venni per la prima volta in vacanza ad Accettura, la città natale dei miei nonni..lui era piccolino avrà avuto 5 anni ed era sembre davanti al bar del nonno, “zi Rocco”, a gironzolare nei tavoli…lo ricordo con affetto e tanta simpatia quel bimbo pieno di allegria e voglia di vivere…la notizia della sua tragica morte mi ha lasciata senza parole…e ancora di più riverderlo oggi ragazzo, ma nelle tragiche foto di un destino così orrendo ed inaspettato…rimmarai sempre vivo nei cuori di tutti….arrivederci piccolo angelo di accettura…

    Elisa di Orte (Vt)

      

  47. Carissimo Antonio,
    non credo di poter nemmeno immaginare il dolore che divora Te e tua moglie, per la perdita del tuo carissimo figliolo.
    L’ho conosciuto e gli ho parlato in occasione di un evento turistico, in cui Rocco si esibiva insieme al gruppo folk di Accettura.
    L’ho rivisto in tutte le occasioni in cui sono venuto a trascorrere qualche giorno di riposo ad Accettura e ne serbo un ricordo vivissimo e chiaro.
    Non riesco ad aggiungere null’altro, che non vi sia già stato detto da quanti come me vi sono vicini; sono certo che avete tanta forza e che tanta altra ne troverete nel sorriso di Rocco che continuerà a riempire d’amore il vostro cuore.
    Un abbraccio affettuoso
    Giuliano Scavetta

     

  48. Ciao Rocco! E’ così tremendo quello che ti è successo..penso a te ai tuoi genitori al dolore terribile che solcherà i loro cuori per sempre….ma spero anche che tu da lassù continuerai a proteggerli a sostenerli a far vedere loro la strada del perdono per la follia umana che non ha razza, non ha religione, non ha colore….Ciao!

  49. La Luce piú luminosa della terra si é spenta giovedi notte…
    Continua ad Illuminarci ogni giorno da la sú cosi basta che guardiamo verso il cielo per vederti.
    Ciao Prüsciott

  50. Stoccarda  21.07.08
     
    Carissima accettura,  ancora una volta ,quante lacrime
    e quando dolore per la perdita di un meraviglioso
    ragazzo come  Rocco.
    Da quando ho appreso questa notizia , non riesco a crederci
    e dico che é tremendamente  ingiusto e crudele.
    Rocco ti dico grazie a nome di tutti gli emigranti ,
    quando quella volta a stoccarda
    ci hai  regalato la gioia  della danza con il gruppo Folk .
    Il tuo grande carisma del sorriso di gioire  a tutti ,
    é stato e resterá per sempre un grande esempio.
    Prego il Signore  per Antonio e Caterina, i nonni gli zii,
    e tutta la famiglia , di dargli il coraggio e la forza di
    andare avanti, di dargli il sollievo  in un dolore che
    a sconvolto tutti.
     
    Addio Rocco
    sarai sempre nei nostri cuori
     
    Mimmo Trivigno
     

  51. CIAO ROCCO,
    ti hanno tolto la vita così presto e tragicamente,ma il tuo cammino continua su un’altra dimensione.
    Antonio e Caterina abbiate la forza di superare tutto ciò, come a voi anche per noi, ROCCO rimarrà sempre nei nostri cuori… CIAOO!!

  52. Quale sara’ la goccia che fara’ traboccare il vaso ??? quanto dovremo ancora sopportare
    prima che vengano presi provvedimenti ??
    Ogni goccia e’ una vita persa…..
    Una preghiera pe te…

  53. Ho riflettuto ed apprezzato la volontà di pubblicare immagini belle e positive di Rocco, contrariamente a quello che ho visto sul sito dell’ansa, ed ho apprezzato l’idea perchè tutti possiamo ricordare un bravo ragazzo e trarre insegnamenti positivi. La voglia di fare notizia travolge un pò tutti altrepassando i limiti della decenza e del rispetto per il dolore altrui.
    Conosco Antonio ma un po meno i suoi ragazzi e la moglie. A loro auguro di cuore di trovare la forza per andare avanti, con un occhio al cielo, sapendo che hanno un angelo che li guarda e li protegge.
    Con affetto!
    Salvatore Urgo – Cirigliano

  54. Insieme abbiam marciato un dì
    per strade non battute:
    insieme abbiam raccolto un fior
    sull’orlo di una rupe.
    Insieme, insieme
    è il motto di fraternità
    insieme, nel bene crediam.
    Insieme abbiam sofferto un dì
    lo zaino che ci spezza,
    insieme abbiam goduto alfin
    del vento la carezza.
    Insieme abbiamo appreso ciò
    che il libro non addita:
    abbiam scoperto che l’amor
    è il senso della vita.

    Buona Strada, fratello……….:(

  55. ciao piccolo angelo…….oggi il tuo paese ti salutera per l’ultima volte,ma mai potra dimenticare te,il tuo sorriso,il tuo sguardo e il tuo amore verso il prossimo ciao rocco

  56. Ciao Rocco “Siamo di uno stesso sangue Tu e Io fratellino” sono un padre di famiglia e capo scout.
    Non si può morire così ragazzi…. Abbiate cura di voi il futuro è vostro non sciupate le occasioni per lasciare il mondo migliore di come lo avete trovato. Rocco ad Accettura, sono sicuro, ha fatto del suo meglio per lasciare qualcosa di suo agli altri. Noi tutti fratelli scout ci stringiamo attorno alla sua famiglia e pregheremo per lui.
    Buona caccia Rocco

  57. Caro Rocco,
    la tua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nella tua famiglia ma anche in chi ti conosceva solo di vita! Non eri uguale agli altri, nel tuo sorriso si percepiva gioia di vivere e amore verso i poveri. Ora che la tua vita vera comincai a finco del Padre ti chiediamo di vigilare e pregare per tutti noi che con affetto ti ricorderemo per sempre!
    I ragazzi dell’Azione Cattolica della tua Diocesi!

  58. “Il mio corpo torna ad essere cenere tra le sue braccia
    Mentre il mondo delle impronte sulla sabbia svanisce
    Dimmi che questo amore non morirà mai
    E non potrò che arrendermi
    Mia madre piange sotto un cielo sconfinato
    Ed io mi arrendo……”
    Da “I surrender” (Dead beens on a cake) di David Sylvian
     
    Sono un lucano che vive da tempo a Roma e mi capita spesso di passare da quell’incrocio maledetto dove ora è segnato anche dall’atroce perdita di un conterraneo, ….e non nascondo che, pur non conoscendo Rocco, sono rabbrividito dall’evento e dalla dinamica che lo ha scatenato. Il ricordo della perdita prematura del mio migliore amico alcuni anni fa e leggendo qui le virtù che Rocco rappresentava, quale custode dei sani valori e principi della nostra amata terra, mi hanno portato a scrivere mie spontanee considerazioni. ….dicevo dei valori della nostra terra che, al fresco di un grande albero o di un antico muro sotto il quale si sono consumati nei secoli tanta miseria e dignità, sono rimasti autentici come Lui ho capito che fosse.
    Non esistono spiegazioni e ne giustificazioni per una morte così in erba. Una vita deve avere un suo percorso naturale e non interrompersi bruscamente nel momento di massima vivacità:
    –        quando i progetti iniziano a delinearsi e si segue un percorso sano per costruirli;
    –        quando i desideri e le ambizioni prendono forma e si mettono in atto duri sacrifici per realizzarli;
    –        quando si inizia a porre alla base della propria vita obiettivi che vuoi portare a maturazione tenacemente, scelte cariche di forza sorgiva e energia pura;
    –        quando con la spensieratezza della giovinezza si guarda il mondo in modo meraviglioso ed entusiastico fatto di spazi immensi e di angoli suggestivi;
    –        quando la vita è arricchita di colori intensi e tinte nuove che ancora non conosci e che scopri come delicati e forti insieme.
    Non è trasformandosi in angelo che si spiega il paradosso della prematura morte di Rocco. Sarà pur diventato una stella ma per chi subisce il grave dolore di uno strappo improvviso vedrà, purtroppo,in quel sole azzurro sempre nuvole nel cielo. Solo guardando oltre e dedicando a Lui la propria vita come Lui l’avrebbe amata che si potrà avere la forza di reagire.
    Per chi come me crede che la vita sia non un miracolo ma frutto di una serie di coincidenze e non crede (ancora) a un tempo dopo l’esistenza e quindi incapace di dare un senso alla morte, mi piacerebbe che tanti (me compreso) possano dare un senso alla propria vita, guardandola con luce più viva, spoglia da qualsiasi ostacolo che faccia ombra al proprio cammino e a quello degli altri.
    Un saluto a Rocco e a tutti che gli sono vicino.

     

     

  59. ciao Rocco, nn riesco a chiudere occhio, nn mi sembra  vero..tutto questo..mi faccio tante domande , con tanti se  e tanti ma 
    …è indescrivibile il dolore che si prova, è dalla mattina del 18\che ad Accettura c’è un’aria invivibile..cupa, i visi di tutti noi sono tristi .
    domani ti riporteranno ad Accettura , nn  voglio pensarci.
    tvb.

  60. ..l’universo è sempre lì, incommensurabile, pronto a ricordarci di quanto misera sia la nostra vita……anche con un camice addosso!!!

  61. Rocchì…non riesco ancora a credere che sia successo tutto questo…..che sia successo a te! spero di svegliarmi da questo brutto incubo…ma i pizzichi fanno male..non sto sognando purtroppo!  Io ho avuto la possibilità di conoscerti…sia a scuola…sia fuori…e ne sono onorata.Grazie per aver incrociato il mio cammino…non ti dimenticherò mai…voglio che tu lo sappia! Sarai immortale Rocco…per sempre! Ti voglio bene..

    Sono vicina alla famiglia

  62. Caro Rocco,
    ieri sera alla veglia mi è toccato un compito arduo: leggere la canzone che come ha detto Don Pinuccio a te piaceva tanto; la canzoe di Vecchioni SOGNA RAGAZO SOGNA. non riuscivo a leggerla, tremavo tutto. mi venivano in mente i tanti momenti passati insieme. i tantissimi giorni nel pulman di Potenza dove tu non facevi altro che chiedermi di gridare per far si che ci fosse silenzio per dormire. ricordo la mattina quando arrivavi e subito andavi nel bar per prendere il tuo espressino. ricordo anche quando in chiesa finalmente toccava a te suonare l’organo e mi chiedevi di cantare per non fare brutta figura. quante volte parlavamo nel pulman del nostro futuro. ecco proprio per queso ieri sera non riuscivo a leggere. il titolo di quella canzone ogni verso che iniziava con le stesse parole: SOGNA RAGAZZO SOGNA.  Allora mi si faceva il nodo alla gola, perchè per colpa di un balordo i tuoi sogni ora si sono spezzati. non dimenticherò mai il tuo sorriso o quando tornavi da Roma ed eri tu che ti avvicinavi a salutarci. Ci mancherai Rocco, tantissimo. Non ti dimenticherò mai. Arrivederci amico mio.
    GIULIANO PALERMO (PRESIDENTE)

  63. Steinenbronn 20.07.08

    Per una tragedia cosi´grande non ci sono parole per descrivere quello che si prova . Siamo vicino alla famiglia in questo momento di cosi´grande dolore nel ricordo ancora di quando Rocco e´venuto a Stoccarda con il gruppo FOLK .Anche se da lontano noi tutti diamo l´ultimo  saluto a Rocco  che restera´ sempre nei nostri cuori .
    Famiglia Volpe D. e Dimilta G.

  64. Sei tra gli angeli bel “ricciolone”.
    Nessuno aveva il diritto di toglierti la vita…………..
    Veglia sui tuoi cari e dai loro la forza, per superare questo immenso dolore.
    Non ti conoscevo di persona, ma ricorderò il tuo sorriso.

  65. Caro Rocco, mi dispiace moltissimo per quello che è successo io ancora non ci credo ma dobbiamo accettare la realtà, sei sempre nei miei pensieri. Ricordo la tua camminata in punta di piedi e i tuoi ricciolini neri!! Ricordo il tuo saluto sorridente che facevi sempre a tutti! Non avrei mai immaginato una cosa simile. Ora che sei lassù avrai un compito in più:dare forza e coraggio alla tua famiglia e a tutti quelli che ti volevano, ti vogliono e che ti vorranno per sempre bene! Ora siamo lontani fisicamente ma ti assicuro che resterai sempre nel mio cuore e nel cuore di tutti quelli che ti vogliono bene! Ciao Rocco ti voglio tanto bene!!

  66. Rocco…lacrime per te, perchè ad ogni parola mi sembra impossibile…no,davvero!!!
    e ti ripenso, al tuo famoso 78+ iva, eri l’unico a cui cedevo il mio posto in macchina, perchè tu eri lungo,troppo lungo!!!sei qui…per sempre con noi!lo so….

  67. Come ogni mattina, arrivata in ufficio leggo le notizie su internet…  sconcertante dinuovo un tragico incidente che spezza una vita innocente per  l’incuranza delle amministrazioni…..  e il gesto folle di qualcuno che molti considerano debole….

    Solo qualche ora dopo vengo avvisata che le persone coinvolte nell’incidente, e il ragazzo deceduto sono persone che conosco anche se indirettamente per mezzo del loro papa’, …….

    Nelle moltissime cose gia dette io e la mia famiglia Lucani a Roma ormai da 40 anni  ci uniamo….. non possiamo aggiungere altre parole, tutto e gia stato detto, siamo vicini al papa’ antonio alla mamma e alle sorelle  e possiamo solo dire….

    Siamo angeli con una sola ala…. possiamo volare soltanto abbracciati…….

    abbracciatevi stretti perche anche Rocco sara’ sempre abbracciato a voi, avvertirete sempre la sua costante presenza  che veglia e vi guida…. e vi donerà la forza di andare avanti in questo mondo crudele…… anche per lui che veglia dall’alto

    Gianna , Nicola e Angela (Roma)

  68. Caro Rocco,
    solo oggi sono riuscito a trovare la forza di scriverti. Ci ho provato tante volte ma ogni mia parola mi sembrava superflua, mi sembravano parole di circostanza, ma non si può rimanere impotenti ed attoniti ad un fatto come questo.
    In questi giorni nel nostro piccolo paese, ma non solo, non si fa altro che parlare di te.
    Ognuno nel suo piccolo conserva un tuo ricordo, dal semplice ciao che non negavi mai a nessuno alla tua camminata unica ed immaginabile, dalle lunghe passeggiate con i tuoi genitori alle tue pillole di saggezza..ne sapevi sempre una più del diavolo, vederti ballare sembrava che volessi toccare il cielo con un dito.
    Adesso che sei lassù non avrai problemi di spazi, hai un palcoscenico immenso, tutto per te, ti vedranno ballare ovunque.
    La vita con te è stata ingiusta, avevi grandi progetti da realizzare..non meritavi di morire in questo modo.
    Sarà dura per tutti noi, ma soprattutto per i tuoi cari, ricominciare a vivere, dacci forza, coraggio e buona volontà…tanto a te non mancavano di certo!
    Non me la sento di dirti addio perchè ci stiamo dividendo solo fisicamente.
    La tua immagine resterà sempre viva dentro di me.
    E’ proprio vero…sono sempre i migliori quelli che se ne vanno per primi.
    Voglio pensarla in questo modo: Dio ha sentito il bisogno del suo angelo e lo ha voluto al suo fianco per dargli una nuova missione, lasciare il mondo migliore di come l’ha trovato!!!Fai tutti i cambiamenti che vuoi..mi fido di te!
    A presto Rocco,
    ti abbraccio amico mio,
    Francesco.

  69. caro rocco,ho avuto il piacere di conoscerti e di stare nella stessa classe per soli tre anni..eppure mi sono bastati per capire che splendida persona eri..non ci siamo più sentiti,eppure ti ho tenuto e ti terrò sempre nel mio cuore.sempre col sorriso sulle labbra,con quelle battute che solo tu conoscevi,con quelle camicie hawaiane che caratterizzavano ancora di più la persona solare che eri…che gli angeli ti accompagnino per sempre…ciao rocco ti voglio bene

  70. quanti giorni sono passati? due tre…è tutto così assurdo! non mi sembra ancora possibile che tutto ciò sia successo….ho un grande rabbia dentro non si può morire così a 20 anni….Sono parecchi anni che sono via da accettura e ROCCO me lo ricordo bambino..mi ricordo il suo “ciao” quando mi incontrava…..e ora ciao te lo dico io ma sono sicura che tu continuerai a vivere nei cuori delle persone che ti hanno amato tanto….Mi dispiace davvero tanto…sono vicina alla famiglia.
    Angela (Parma)

  71. Caro Rocco,
    noi non abbiamo avuto la fortuna e il privilegio di conoscerti ma leggendo ora gli scritti di chi ti ha conosciuto crediamo e pensiamo che tu dovevi essere un ragazzo straordinario e di questo, sai,  ne siamo certi perchè abbiamo conosciuto tuo padre Antonio, per noi Totonno, con il quale abbiamo percorso e vissuto nella stessa classe, a volte nello stesso banco e comunque sempre insieme tutti gli anni del liceo, lì a Salerno, e poi alcuni anni a Napoli a studiare architettura.
    Abbiamo letto di tante belle cose di te, dovevi essere veramente una bella persona e ci rammarichiamo di non averti conosciuto, ma pensando a come era tuo padre ai tempi del liceo ci sembra di conoscerti da sempre.
    Abbiamo visto ora alcune tue foto e letto le belle descrizioni che fanno di te i tuoi amici e conoscenti, caro Rocco, noi allora ti possiamo dire che sei come tuo padre a ventanni.
    Caro Totonno, sono vittorio che ti scrive e non ci vediamo dai tempi dell’università,sono circa trentanni, ieri mi ha telefonato caterina piccinino e mi ha dato la notizia di questo dolore immenso, ho chiamato renato in sicilia e abbiamo pianto insieme.
    Ancora oggi non mi sembra  vero che è potuto succedere questa cosa, pure io sono padre e provo un grande dolore per la perdita così di tuo figlio Rocco.
    Caro Totonno,ora ….tutte le parole mi sembrano inutili…. spero che tua figlia Valentina e il suo fidanzato  si riprendano al più presto e nel migliore dei modi, che tu e tua moglie troviate la forza  di andare avanti e………ciao Totonno, ciao Rocco vi abbracciamo tanto. 
    vittorio senatore e renato giordano.

  72. conoscevamo bene Rocco perche’ frequentava spesso nostra cugina a roma ed era una persona speciale unica in tutto.Rocco resterai sempre nei nostri cuori.

  73. Rocco,da oggi in poi mancherà un pezzo incommensurabile alla tua Accettura, mancherà un sorriso a noi tutti. in questi momenti  mille pensieri invadono la mente, si intensificano e portano a riflettere, a fare tante domande con poche risposte. i perchè, i chissà, i se affollano i pensieri, si cercano le risposte nella fede. è un mondo brutale ma Dio in questo mondo così illogico ha bisogno di angeli e gli angeli li sceglie lui…Rocco ha tutte le qualità di un angelo, l’angelo di tutti noi.ciao rocco non ti dimenticheremo mai.

  74. Rocco non posso credere che questa tragedia veda te come protagonista!! avevi solo 20 anni, e non meritavi questo. perchè la vita ti ha ricompensato in questo modo?? tu che eri cosi profondo, generoso, vitale, simpatico, così saggio..è dura accettare che la tua vita sia finita così..com’eri bello, eri un chiacchierone, avevi da insegnare qualcosa a tutti..!!perchè proprio tu quella notte in quell’incrocio, a quell’ora?? perchè??  è terribile, impensabile che non ci rivedremo più!! voglio pensare che a gesù serviva il fiore più bello per il suo paradiso… non spegnere il tuo sorriso, sarai un angioletto splendido!!! guarderò più spesso il cielo pensandoti…brilla più che puoi anche da lassu… abbiamo ancora bisogno di te, tanto!!!  mi mancherai ricciolone!!

  75. sono passati ormai 3 giorni da quella maledetta notte ma ancora non ci credo..non ci voglio credere!!ieri sera abbiamo fatto la veglia…non c’era una canzone che non mi ricordava te..è normale..le cantavi tutte sempre con il tuo splendido sorriso sulle labbra!!…i campi estivi..mamma quante risate..eri il punto forte del gruppo..tu organizzavi tutto, tu eri sempre presente, tu cantavi, tu scherzavi…ed ora???????…non è possibile… la vita un giorno riserva tanta gioia e allegria e un giorno diventa così crudele…non è possibile che questo accade a persone buone come te…l’unica ragione è forse perchè Dio vuole accanto a se angeli…si, forse è proprio così…sei un angelo ora…un angelo con dei riccioli neri che ti accarezzano il viso…un angelo che ora si prenderà cura della sua famiglia e di noi che ti abbiamo voluto tutti un bene immenso!!…non ti dimenticheremo mai…se faremo ancora uscite scout basterà una canzone, guardare il cielo stellato per ricordarci di te…sarai sempre presente tra noi..purtoppo non fisicamente ma vivrai sempre nei nostri cuori!!!ti voglio bene Rocco

  76. Sono un tassista di roma e quella notte ho assistito all’incidente. Se non avessi scaricato i clienti al lato della strada mi sarei sicuramente trovato sulla corsia preferenziale da dove è arrivato il furgone……me lo sono visto sfrecciare a fianco, ho osservato il semaforo, pensando fosse verde, e poi…………….solo frastuono. portroppo si capiva subito che gli occupanti della macchina avessero subito gravi danni, io non ho avuto il coraggio di guardare dentro, c’era già molta gente intorno.
    ogni mattina che apro gli occhi rivivo i pochi secondi dell’impatto, ho capito che poteva capitare a chiunque senza distinzioni, sono vicino al vostro dolore, commosso ed incredulo. un abbraccio a tutti voi…..
    Andrea

  77. Ciao Rocco,
    ricordo quando entravo nella sede degli Scout e ti sentivo suonare la chitarra…
    ricordo quando passavi per il corso di Accettura salutando tutti…
    ricordo la tua gentilezza, la tua generosita, la tua voglia di aiutare chiunque…
    questi ricordi li porterò sempre con me…

    Mi  raccomando continua ad aiutare la tua famiglia, i tuoi parenti, i tuoi amici e tutte le persone che ti hanno voluto bene anche da lassù…
    Arrivederci.

  78. sono sicuro che in queste situazioni il silenzio esprime tutto il dolore e accende tutti i ricordi che noi tutti abbiamo di te, ciao ROCCO

  79. …con dolore abbiamo appreso la triste notizia. 
    E’ difficile accettare che cose del genere possano capitare. Diventa ancora più difficile quando è una persona che conosci. Le parole diventano niente, superfle.
    Come si può spiegare, accettare che muoia un ragazzo innocente, così giovane e con tanti sogni da realizzare? 
    Ci uniamo al dolore della famiglia e di tutti coloro che hanno conosciuto ed amato Rocco.
    Un augurio di pronta guarigione a Valentina e a Nicola.

  80. Quando muore un fratello scout il pensiero va a quello che B.P. scrisse nel suo ultimo messaggio: lasciare un mondo migliore.
    Rocco questo certamente l’avra’ fatto. Un tragico destino gli ha impedito di poter continuare a donare ai suoi familiari, ai suoi amici, al suo paese , la gioia, l’entusiasmo l’impegno che caratterizzavano la sua vita. Ma il segno in questo mondo l’ha certamente gia’ lasciato. Sara’ questo che consentira’ di manterere con lui un legame , nel ricordo di esperienze condivise e costruite sull’affetto, sulla fratellanza, valori fatti propri da Rocco.
    Un abbraccio affettuoso dal gruppo Agesci Potenza 3.Pregheremo affinche’ il Signore dia soprattutto ai familiari di Rocco la forza di superare questo difficile momento.

  81. non ci sono parole per commentare quanto accaduto , ad una realtà cosi crudele ma soprattutto cosi prematura. Insieme alla mia famiglia non posso che associarmi al grande dolore che vi à colpito in maniera cosi sconcertante stingendovi in un abbraccio di dolore auspicando una pronta guarigione a Valentina e ragazzo. Porgiamo sentite condoglianze.Mimmo Dimilta  118 Montecatini Terme.                                                                                                                                

  82. Ancora oggi non me lo credo,purtroppo è vero!!!Vivendo a roma non me lo aspettavo che sarebbe successo ad un’Accetturese..
    Ciao rocco..

  83. ti ho conosciuto una sera..quando sei venuto a cena da noi..l’anno scorso…cio’ che mi colpi’ di te fu il tuo sorriso dolce e allo stesso tempo sbarazzino…in queste circostanze non ci sono parole per esprimere la crudelta’ di un destino che ha strappato ad un ragazzo cosi’ giovane sogni e passioni..si puo’ solo avere fede e sperare che Lassu’ora sei felice….che il Signore dia la forza alla famiglia per continuare a vivere…anche se la vita..dopo la perdita di un figlio…non e’ piu’ vita..anastasia da cs

  84. …non lo conoscavamo come persona ma era accetturese come noi e averlo visto in quel bar o scherzando in piazza ci ha dato ricordi che teniamo stretti nel nostro cuore….una persona che aveva dei sogni e nessuna possibbilitá per realizare. noi fra un pó dobbiamo scendere per accettura e in pensieri di incontrare un paese vuoto, senza parole ci fa stare ancora piu pensierosi… ce lo faremo un ballo per te rocco….

    é successo una tragedia cosi ma ora resta in pace e dai forza alla tua famiglia…..

    tina e mery–>germania

  85. Sono due giorni che non riesco a pensare ad altro. Sei stata una delle prime persone che ho conosciuto ad Accettura nelle mie lontane frequentazioni nella meravigliosa Collina Materana.
    Mi mancherai.
    Mi sento molto vicino alla tua adorata famiglia e alla tua generosa comunità accetturese.
    Ora è il momento del silenzio e del rispetto del pensiero e dei desideri di Rocchino e della sua famiglia.
    Ciao Rocchino.

  86. Questa brutta notizia ci ha rimasto senza parole…ancora nn ci possiamo credere di nn vederti piu…resterai xsempre nel nostro cuore…l’anno scorso siamo usciti insieme e adesso nn ci 6 piu…sentiremo la tua mancanza…ci mancherai…Addio rocco
    i tuoi cari amici
    Antonietta e Giovanni

  87. E` stato davvero un grande dispiacere per me… Ci conoscevamo da tanto… Spero che ovunque tu sia riesca sempre ad avere quel bel sorriso stampato sul viso e a vegliare su tutte le persone che ti hanno voluto e continueranno a volerti bene per sempre…

    Filippo Laurìa

  88. Mi unisco al dolore dei genitori, della sorella, degli amici e di tutte le persone che hanno avuto quel immenso onore di conoscere una persona brava come te Rocco.
    Ho letto che ti piaceva danzare, ora puoi danzare, hai un palcoscenico immenso, un grande cielo!
    Ciao Rocco, adesso che sei lassù nessuno ti potra fare piu del male, ora hai due cose da fare tra cui una piu importante quella di aiutare i tuoi genitori e tua sorella e non cadere mai, abbi cura di te, la seconda cosa è  quella di continuare a far si che i tuoi sogni si realizzano anche se nessuno delle persone che ti hanno voluto bene e ti vogliono bene ti possono vedere danzare su un vero palcoscenico.
    Poi dico al governo italiano “FATE SCHIFO” è una vergogna, non si puo morire cosi a soli 20 anni quando hai tutta la vita davanti!
    Vi preoccupate per gli zingari, gli extracomunitari e tutta quella gente che fa solo del male quando state perdendo persone come Rocco!

    Donatella della provincia di venezia

  89. So che da lassù veglierai anche su di noi. Sei il nostro grande amico e un angelo del paradiso.Ti vogliamo bene.

  90. Le cose belle hanno il potere di regalarci gioia non solo mentre le viviamo ma anche quando le ricordiamo… certo l’ho fatto tra le lacrime ma da ieri mi aggrappo ai momenti passati insieme, all’ultima volta che ti ho visto, a cosa raccontavi della tua vita a roma… da ieri ho passato in rassegna tutte le foto che ho, sono quelle scattate con il gruppo scout, ho rivisto gli spezzoni di filmato, ho messo da parte la foto che mi hai scattato tu! Purtroppo tutto questo non ha nessun effetto… non serve a rischiarare il grigiore  che mi è sceso dentro e su tutto ciò che faccio.
    Mi assilla il pensiero di ritovarti giu ad agosto, riabbracciarti e prenderti in giro per il troppo profumo. Avrei voluto fumare una sigaretta con te e sapere se ancora lo facevi di nascosto da tuo padre; avrei voluto scoprirti più “grande” dopo questo prima anno a roma; mi sarebbe piaciuto ricordare il tempo degli scout e le litigate tra nuovo e vecchio clan… non ti saluto Rocco, non lo farò mai… non ti lasceremo andare via così, ti terremo qui ben presente tra noi… ci sarai anche tu in una serata estiva al tratturo a guardare le stelle, ci sarai ogni volta che ci sara da ballare, alzeremo la voce, faremo baccano, e tu sarai con noi! Questa è la mia promessa per te…

  91. Non conoscevo Rocco personalmente, ma credo di certo alle bellissime parole espresse sul suo conto in questo sito e altrove. E’ stato un raggio di sole nella vita di chi lo ha amato e lo amerà per sempre; un raggio di allegria, fantasia, talento, dolcezza. Un raggio di sole che continuerà a riscaldare le vite delle sue sorelle, dei suoi genitori, dei suoi amici.
    Rocco è diventato un angelo…è adesso non posso che immaginarlo danzare nell’eternità e nell’amore di Dio.

  92. Ricordo come se fosse ieri i 5 anni passati assieme..
    Ore 8:00 del mattino..noi entravamo in classe ancora tutti assonnati,e tu arrivavi con quella camminata saltellante..già cantando..perchè eri sveglio dalle 6:30 per prendere l’autobus e fare tutto quella strada fino a scuola..
    Ricordo il tuo essere sempre in giro con i corridoi..il tuo essere amico di tutti..il tuo aiutare tutti..il tuo partecipare alle assemblee e manifestazioni..sempre,tutte..
    Ricordo le tue interrogazioni,i tuoi discorsi con i professori..e la tua ansia per le interrogazioni di inglese..
    Ricordo la tua calligrafia assolutamente strana..enorme..ma chiara e precisa..come chiaro e semplice sei sempre stato tu..
    Ricordo la tua voglia di fare,di dire..
    Ricordo che stavi stretto nel banco..e quel povero Giovanni doveva starsene all’angolino..
    Ricordo le tue camice..e le volte che venivi in classe con la giacca..
    Ricordo come animavi la classe..come parlavi di te..
    Ricordo come parlavi di accettura e del maggio..
    Ricordo le volte in cui mi prendevi in giro..ricordo anche le volte in cui ti ponevi male..ma subito dopo chiedevi scusa..
    Ricordo di averti incontrato il gg in cui sono andata a ritirare il diploma..
    Ricordo che mi dicesti che eri contento della facoltà e di come ti stavi trovando lì a Roma..
    Ricordo anche che mi avevi detto che poi sicuramente ci saremmo visti quest’estate..
    Ma ormai non è più così,perchè la tua vita è stata strappata via da un balordo che non doveva trovarsi in quel furgone quella notte..doveva essere nel suo paese..cacciato dall’Italia..ma purtroppo sappiamo come vanno queste cose nel nostro stato..e parliamo ancora di giustizia e immunità..
    Ora,mio caro amico hai un compito in più.un esame ancora più importante..proteggere i tuoi genitori,le tue sorelle e tutti quelli  che ti volevano bene,e sono sicura che con quei ricciolini neri che ti caratterizzavano sicuramente riuscirai..tu che volevi diventare così importante nella vita e ti hanno ngato questa possibilità..
    Io,sicura che il tuo ricordo sarà sempre presente nel mio cuore,cosi come ti vedrò ogni sera tra le tante stelle del cielo..ti saluto..ma non è un addio

  93. Conoscevo Rocco solo di vista, l’avevo incontrato nel mio paese mentre lui era con gli scout, mi rimase impressa la sua immagine xke mi impressionò molto la sua vitalità e la sua voglia di fare. Di certo non è questo il destino x un giovane di 20 anni ma ora si può solo pregare x questo nuovo angelo del paradiso.
    Un pensiero particolare x la famiglia.
    CIAO ROCCO.

  94. Le mamme degli eroi
     
     
    Non so  se per sogno o per destino,  mi trovavo la´ad assistere all´ arrivo di un nuovo angelo.
    Un pezzo di paradiso sul cielo di un paese lucano,  situato in una culla circondata da boschi.
     
    Ritornello:
    Povere mamme con gli occhi tristi..il viso solcato da rughe scavate…
    con un dramma nel cuore,  i cuori straziati  per i figli lontani.
    Io vi penso oh! care mamme…
     ..il nero dei vestiti e delle vostre vite..
     
     
    Gli angeli si abbracciavano,  si raccontavano  , si facevano compagnia uno suonava una melodia.
    Li accomunava la morte da eroi, come tutti sanno alcuni avevano solo 20 anni.
     
    Signore Ti prego falli tornare,  magari solo per un´ora per abbracciarli,
    Signor Ti prego per tutte le mamme, per i cuori straziati per i figli lontani.
     
    Falli tornare Oh Signore! Fa che li abbracciamo  per poi ritornare lontano su quel  paese lucano.
    poi ci aspetteranno  e tutti insieme   ad uno ad uno ci accoglieranno..gran festa ci faranno
     

    Ritornello:
    Povere mamme…
     
    Ti prego Signore se non puoi almeno dì loro che Accettura li porta nel cuore a passeggio per il corso ogni ora.
     
    Abbracciali forte o Signore di´loro che ci mancano tanto tanto,
    un giorno vicino ci vedranno e ci abbracceranno  il dolore ed il lutto che finiranno…
    Non ho parole ho il cuore straziato lascio questo testo che scrissi per lenire il dolore di mia madre…sembra una maledizione a periodi quasi determinati Accettura manda un angelo di 20  anni in Paradiso.  Un abbraccio ad Antonio e Caterina

  95. Aspetta Rocco.
    Aspettami perché devo dirti alcune cose.
    Poi dobbiamo finire quel discorso “compagni”.
    Faremo considerazioni e confronti che vuoi.
    Mi consiglierai. Mi aiuterai. Ne sono sicuro!
    Avremo tutto il tempo a nostra disposizione.
    Immagino non ci siano nè tessere nè carte di credito
    nè bandiere…nè personaggi ipocriti
    ma verità, certezze, precisioni, onestà.
    Spero saremo lontani dagli arrivisti….
    Ah già….loro sono da tutt’altra parte!
    Mi raccomando.
    Aspettami.
    Allora arrivederci Rocco.

  96. Il tuo viso di ragazzo si è impresso nel tempo.
    Il tuo corpo ora si innalza e danza su  dolci note che non conosci.
    Il tuo cammino di mondo si è infranto.
    Ma il tuo cuore continua a battere in chi ti ama.

    Un piccolo pensiero da un ragazzo di Roma.
     

  97. sono stata la prima a conoscere Rocco alla facoltà di chimica…un ragazzo semplice, buono, sempre pronto ad aiutare tutti senza mai tirarsi indietro… lo conoscevo da 9 mesi sl ma la sua bontà d’animo, la sua allegria mi hanno colpito subito e ho capito che persona era, qnt valeva…
    il mio dolore è grande ma nn potrà mai essere così forte qnt qll provato da genitori e amici d’una vita (vita di sl 20 anni); è per questo che voglio far sapere ad amici stretti e parenti del nostro Rocco che sono vicina a loro, e di essere forti…
    ROCCO SARAI SEMPRE UNO DI NOI…ti ho voluto bene e te ne vorrò sempre perchè sarai sempre vivo nei nostri cuori.                                   Marika (Rm)

  98. Mancavi alla festa di S.Giuliano,e mentre si pranzava alla sosta chiesi a tua mamma di te,rispondendomi che nessuno di voi tre era presente alla festa.Dopo questa tragedia,dico che fa male a me non essere presente alla tua di FESTA.
    GELATERIA ROMINA
    GERMANIA

  99. Si pensa sempre che queste tragedie cosi grandi, anzi direi indescrivibili non possa mai accadere a gente a noi vicine e poi in un giorno qualunque ti danno la notizia che un ragazzo conosciuto da tutti e sempre con il sorriso in faccia ha perso la via, perchè un ragazzo poco più grande di lui scappava dai carabinieri.
    Rocco io ti conoscevo solo di vista, ma mio fratello mi parlava sempre di cm assomigliavi alle tue sorelle nella loro allegria e nalla loro voglia di vivere.
    Posso solo dirti di essere vicino a tutta la tua famiglia, sperando che da lassù tu possa guardarli e proteggerli….
    Un augurio di buona guarigione alla tua sorellina Valentina e al suo fidanzato…
    Ciao Rocco!!!!!!!!!! 

  100. In certe occasioni non si trovano mai le parole per poter descrivere il dolore, la sofferenza che si prova per la perdita di una persona amata. Ma poi il cuore prende il sopravvento e si pensano a tante cose, fatti, avvenimenti vissuti insieme. Non si riesce comunque a mettere a fuoco e poterle scrivere, sono confuse, ma tutto ciò che si pensa ha come protagonista Rocco.Chi lo conosce profondamente, chi l’ha conosciuto anche solo per un’ occasione, ha avuto il regalo più bello che Rocco offre a tutti, il suo sorriso, la sua spenseriatezza, l’essere tavolti da un’energia vitale.Dio ti ha voluto con se incurante di lasciare un vuoto incolmabile nei cuori di chi vuole bene, di chi con te ha condiviso tante cose belle, di chi con te ha condiviso quei valori racchiusi in quei colori che con fierezza portiamo al collo. Ora sarai tu che da lassù potrai aiutarci a scegliere il sentiero da intraprendere in questa “giungla” di vita, la stessa giungla che in un sofio ti ha portato via.Ti ho voluto bene come un fratello, come un amico, ti porterò nel mio cuore, ti ricorderò ogni volta che guarderò il cielo di notte, perchè ora fai parte anche tu di quell’immenso cielo al fianco di nostro Signore.Nelle sue mani sarai stella per poter far luce a chi quaggiù ne avrà bisogno. 
    Il tuo per sempre “Capo”

  101. vorrei dire che e’ ora che si chiudano le frontiere e persone che nn meritano di rimanere in italia vengano portate al loro paese i politici e il governo invece di predicare sull’aborto e l’immondizia dovrebbero guardare all’immigrazione e ai deliquenti che nn meritano di sicuro la patente addio rocco riposa in pace e da lassu’ dai la forza a tuoi e alle tue sorelle di ricominciare kiss

  102. L’ultima cosa che avremmo voluto fare era proprio quella di dare la brutta notizia, alle 04.45 del mattino, ai poveri genitori di Rocco e alla sorella Licia presso la propria abitazione. Ma è il nostro lavoro! Molte persone che erano già in giro per il paese, quando ci hanno visto nei pressi della loro abitazione, avevano capito che c’era qualcosa che non andava. Purtroppo, nel nostro lavoro, questi sono momenti che lasciano il segno umanamente e professionalmente e che fanno capire il vero dolore di genitori che si trovano ad affrontare e subire la perdita di un figlio che è la cosa piu’ cara che possa esistere. Da Carabinieri avremmo voglia di fare giustizia a queste morti assurde e ingiustificate, ma noi possiamo applicare solo le Leggi in vigore, anche se come padri sappiamo che è poco. Come Comando Stazione Carabinieri del posto, siamo molto vicini al dolore della famiglia e conserviamo il ricordo di Rocco, con stima e affetto. Un augurio di buona guarigione anche a Valentina e al suo fidanzato. Il Comandante Maresciallo Capo Alberto Porzio, l’App.Sc. Marco Munzi e il Carabiniere Rocco Valotta.

  103. Ancora non riesco a crederci, mi sembra turro surreale.
    Rocco ti ricorderò per sempre, sei stata e per me sei una persona unica, sensibile, disponibile e gentile. Parlavamo di tutto…
    Non potrò mai dimenticare la nostra battuta sulla digestione, che innescava in te una risata contagiosa e travolgente.
    Per sempre nel mio cuore.
    Ti voglio bene amico mio

  104. Ciao Rocco…non dimenticherò mai le mattine al liceo passate insime davanti il bar e le discussioni nei corridoi, le barzellette, i sorrisi, gli scherzi!
    un abbraccio ai familiari

  105. Ogni parola è inutile quando avvengono queste tragedie, è vero che la morte fa parte della vita ma non è possibile a 20anni e in questo modo tragico.
    Mi stringo al dolore dei familiari e dei suoi cari.
    Gennaro

  106. 18/07/2008 ORE 8:00 BARI
    Accendo la tv e sento per l’ennesima volta di un incidente automobilistico in cui un ubriaco travolge e uccide un ragazzo… Storie tristi di tutti i giorni, se non fosse per il fatto che a Roma studia anche la mia ragazza…. la chiamo, mi risponde le dico dell’ennesimo incidente nella “sua” città. 
    COMINCIA LA GIORNATA COME SEMPRE.
    A ora di pranzo arriva la chiamata di tua mamma che non ti aspetti: “Salvatore, hai sentito dell’incidente? E’ ROCCO TRIVIGNO, IL FIGLIO DI ANTONIO IL FOTOGRAFO…”
    Torno indietro con il pensiero alla mattina, mi si gela il sangue nelle vene…
    COME E’ POSSIBILE???
    Si pensa sempre che queste tragedie non capitino mai a gente che conosci e invece….
    Ci dividevano circa 8 anni, ma lo ricordo benissimo: già da piccolo un bambino che si distingueva dagli altri, pieno di vitalità e voglia di scherzare. Un dispiacere enorme anche se sono lontano dal mio paese e dagli accetturese tutti, da circa 15 anni. 
    Ciao Rocco

    SL da Potenza

  107. penso a tante cose ma non riesco a scrivere niente, con questo messaggio desidero dire a Antonio, Caterina , Licia, Valentina e Rocco che noi tutti di Tolve Vi siamo vicini col cuore e col pensiero!

  108. Preferisco ricordarlo con una frase che lui stesso ha scritto : “Io sono un Girasole e il mio cuore ride,ricco di orgoglio e di tanto splendore…” non esiste frase migliore che lo rappresenti.. per sempre nei nostri cuori!

  109. matteo e teresa (svizzera)

    In questo momento le parole non servono, anzi sembrano aumentare la rabbia e il dolore che abbiamo dentro. Ricorderemo sempre il tuo dolce sorriso e la tua voglia di vivere.
    Ti salutiamo con un forte abbraccio e tanto affetto.
    Ciao Rocco 

  110. E’ stata davvero una triste e sconcertante giornata quella trascorsa anche per me oggi ad Accettura, il piccolo centro lucano rattristito per l’improvvisa e tragica morte di un suo amato figlio. Ho avuto il piacere di conoscere Rocco, un ragazzo intelligente, bello, allegro, volenteroso, educato, un ragazzo per bene come tanti altri, ma senza ipocrisie posso anche aggiungere che Rocco si distingueva dagli altri per il suo carisma e la sua spiccata naturalezza.
    Un giovane che aveva le idee ben chiare così come ebbi modo di capire parlando più volte con lui quando lo incontravo passeggiare al fianco dell’adorato papà Antonio e della dolce mamma o quando ho avuto il piacere di farmi servire il caffè al Blu bar. Instancabile lavoratore. Ma che fai qui gli dicevo “pensa a studiare per lavorare ci sarà tempo”. E’ lui con fierezza mi rispondeva “si può fare l’uno e l’altro”.
    Lo  rivedo camminare per le vie del paese sempre con il passo veloce, sempre di corsa, senza fermarsi mai, come se volesse affrontare e risolvere in un attimo tutte le diverse questioni organizzative non solo di famiglia, ma anche e soprattutto quelle del gruppo dei boys scout, o al fianco di Don Peppino Filardi durante i preparativi della festa del Maggio o con il suo gruppo folk dei Maggiaioli.
    Vorrei ricordarti così caro Rocco, oggi che sei un Angelo volato via prima del tempo sono qui però a chiederti di sostenere e di dare coraggio alla tua  tua famiglia, al tuo papà, alla mamma, alle tue affettuose sorelle, ai cari nonni e a tutti i parenti, gli amici e tutte le persone che hanno avuto il piacere di conoscerti e frequentarti.
    E’ bastato un attimo che un balordo è riuscito a frantumare di colpo tutti i tuoi sogni e i tuoi progetti. A noi non ci resta che domandarci del perchè doveva toccare proprio a te, tu che eri così buono e generoso con gli altri.
    Che strano e crudele destino. Ci hai lasciato all’improvviso, ma sappiamo  che la tua corsa non si ferma. Buona strada… così ti saluteranno i tuoi cari amici che aspettano il tuo rientro da Roma. 
    Ci sono momenti come questi in cui le parole possono perdersi nel vuoto di fronte ad una sciagura che ha finito per travolgere  tutti noi ed anche chi non ti ha conosciuto.
    Grazie Rocco, per tutto quello che hai fatto nel corso del tuo breve viaggio di una vita troppo crudele e senza più valori, per la tua affettuosa comunità accetturese che ti vuole bene e che non potrà mai dimenticarti.
    Un forte abbraccio

  111. ..non ci posso credere….frequento il liceo scientifico..la stessa scuola ke lo ha ospitato x 5 anni…non lo conoscevo di persona, ma ho un grande ricordo di lui…sempre attivo in giro x la scuola, skerzava , rideva…praticamente un grande…penso ke la scuola lo ricordi e ke cn il suo modo di fare resti nella memoria di tutti…non ci sono le parole x descrivere un momento così..si può essere solo vicini alla famiglia…

  112. Tre setimane fa eravamo a Stoccarda a festeggiare, il gruppo folk die Accettura e gli accompagnatori ci hanno fatto vivere due giorni indimenticabili. Io ho chiesto a Don Pinuccio, dove sono gli altri ragazzi piú grandi ed ho chiesto di te Rocco. Don Pinuccio mi ha detto che per motivi d`impegni vari i ragazzi piú grandi non potevono esserci.
    Oggi mancano le parole per esprimere il grande dolore, non mi sentiró piú chiamare
    ” zi vci” , una parte dell´allegria accetturese si é spenta. Ora vogliamo essere vicino alla Mamma , Papa Antonio e tutti i familiari e pregare il Signore che gli dia la forza di affrontare questi brutti momenti.  Ciao ROCCO, ti porteremo sempre nel cuore.

  113. una tragedia grande, enorme.
    Non ti conoscevamo bene di persona, ma ad accettura tutti sappiamo chi siamo!
    non è giusto….e lo possiamo tutti gridare a gran voce fino alla fine del mondo
    ma a noi piace pensare che Qualcuno lassù abbia avuto in mente un grande progetto per un suo figlio tanto giovane.
    Ci piace pensare che li dove sei adesso rocco tu possa vivere tutto quello che qui ti è stato tolto così prematuramente.
    Siamo vicini con il cuore a mamma, papà, vale, licia, ai nonni e a tutti quanti ti conoscevano.
    E’ purtroppo una tragedia che ci avvicina tutti, non possiamo che partecipare al dolore.
    ADDIO ROCCO!!! non dimenticarti mai di tutti i tuoi cari!!! 

  114. ho tra le mani una foto di almeno 15 anni fa, con tutti noi, i cugini trivigno, piccini…Dio buono,  ma come si può accettare che quel bambino ricciolino dallo sgaurdo sveglio ed intelligente ora nn  ci sia più? nn vedrà più la sua amata Accettura, mai più……caro, caro Rocco…non vedrai più la luce del sole, non mangerai più, nè leggerai o studierai..non festeggerai più San Giuliano, non ci regalerai più sorrisi..morire su una strada è la cosa più tremenda ed inaspettata che ti potesse capitare…noi non ce ne facciamo una ragione… Dov’è Dio…? davvero, come canta Guccini, “ai bordi delle strade Dio è morto”… o forse no. magari sotto c’è un segreto: il dolore è il sigillo che Dio imprime agli spiriti nobili e più alti; è il Suo modo per mettere alla prova la grandezza di persone come te, Rocco. Dobbiamo aggrapparci all’idea che Dio ti abbia scelto e preso con Sé proprio perchè sei così speciale. Deve pur tenerci in vita qualcosa..altrimenti tutto perde senso. Ho la testa che mi scoppia…non può essere…..io davvero nn ci credo…..sto impazzendo..
    si skerzava, dicendo che in famiglia avremmo avuto uno scienziato, e invece ora abbiamo un angelo dai riccioli neri…
    per sempre nel cuore di tutti..
    con tutto l’amore 
    tua cugina “Graziella”

  115. I’m so sorry..
    I feel so sad for you..
    I feel the sadness with all the friends and family..
    Life is so unfair!

    Friends, family, everyone who knew this guy..
    Out of the eye is not out of the heart..

    We will always be with him..
    He’s a piece of our heart..
    We will never forget him!

    Greetings,
    Freya from Belgium!

  116. Non conoscevo Rocco,ma ho pianto per lui,non si puo’ morire a 20anni e sopratutto non in questo modo…per colpa di un balordo che magari tra qualche mese sarà fuori come se nulla fosse….BASTAAAAAAAAAAAA.

  117. Ciao Rocco…non ti conoscevo ma ti volevo bene…perchè alle persone buone si puo’ solo voler bene…
    …mi unisco al dolore della famiglia…

  118. Siamo tutti sconvolti da questo terribile evento che ci ha toccati profondamente. Abbiamo condiviso con Rocco, tante esperienze all’interno della parrocchia, ma anche nel Gruppo folk (e tante altre), ed ora queste immagini ritornano e provocano profondo dolore in tutti per la sua perdita. Siamo vicni alla famiglia cui esprimiamo il nostro affetto.

  119. ciao ROCCO mancherai a tutti anche a chi nn ti frequentava a chi ti salutava solo con un buongiorno o con una stretta di mano mancherai con quella camminata strana che ti evidenziava con le tue battute sempre pronte e il tuo essere solare sempre allegro CIAO ROCCO!!!!!!!!!!! ora hai solo un compito il + importante VEGLIARE SULLA TUA FAMIGLA 
    pisus     

  120. non conoscevo rocco ma vedo che molti lo amavanoe lo ammiravano.
    vorrei solo sapere quando potremo vivere la nostra vita serenamente senza essere ammazzati da persone che non danno valore alla vita altrui e continuano ad uccidere inpuniti.
    personalmente posso ammirare chi li perdona ma io non ci riesco provo solo odio per questi assassini.
    giacomo brescia 42 anni

  121. Erano le 13:30 e ho acceso la tv su raiuno per vedere il tg1quando ho ascoltato quello che non avrei mai voluto sentire. Ho subito chiamato rocco che stava lavorondo e in un pianto dirotto gli ho dato la tragica notizia, dall’altra parte del telefono solo una imprecazione e un lungo silenzio.
    Rocco, ci mancherà da morire il tuo abbraccio e il tuo sorriso così contagioso quando ci incontravi ad accettura e ci salutavi.
    Ricordo ancora quella sera quando mentre passeggiavamo ti abbiamo visto da lontano con la tua camminata inconfondibile tenendoti stretto un dito e ti abbiamo chiesto che cosa avessi fatto e tu ridendo ci hai raccontato che eri andato dal nonno a fargli l’iniezione e te la sei infilata nel tuo dito…quanto abbiamo riso quella sera… è così che ti ricorderemo perchè tu sei così: scanzonato, stravagante, brillante e allo stesso tempo sensibile e premuroso come pochi ragazzi della tua età, tanto da recarsi ogni giorno a fare l’iniezione al proprio nonno!
    Sai la tua bellessima mamma Caterina si può dire che mi abbia cresciuto da piccola perchè abitavamo vicino ed io ero sempre a casa sua e ogni volta che scendo ad Accettura e mi incontra me lo ricorda sempre abbracciandomi calorosamente proprio come fai tu, hai preso da lei…Mi raccomando veglia su di lei e sono sicura che ben presto si accorgerà che non ti ha perso, semplicemente non potrà più vederti fisicamente ma ti sentirà ogni giorno accanto a lei.
    Forza Caterina!  Non ho il coraggio ti chiamarti ma sappi che ti sono tanto vicina e ti voglio tanto bene. Baci e auguri di pronta guarigione anche a Valentina e al suo fidanzato.  

  122. rocco riposa in pace….Non abbiamo parlato molto in laboratorio ma ti ricorderò ….prima o poi finirà questa ingiusta crudeltà?? addio…

  123. Sono  uno studente lucano a Roma e sono rimasto profondamente colpito da questa tragedia.Non ho mai conosciuto Rocco ma dopo aver letto i  commenti precedenti ho dedotto che era un bravo ragazzo o meglio è un bravo ragazzo ,da poco al  servizio del Signore.Si’ sono convinto che è stato accolto tra le sue possenti braccia, e ora la sua preoccupazione piu’ grande è proteggere la sorella.Dio lo assistera’ e soprattutto insieme daranno la forza necessaria alla famiglia e agli amici a CAPIRE,A TROVARE IL PERCHE’ DI UNA ASSURDITA’ DEL GENERE,DI UNA TRAGEDIA INCOMMENSURABILE
     ED INDECIFRABILE.Quello che in questi casi ci si chiede è :perchè,perchè,perchè proprio a lui…Solo DIO puo’ saperlo,forse perchè è talmente SPECIALE che c’è bisogno di ,lui lassu’…

  124. mi ricordo ancora rocco quando era vivo…quando veniva al liceo e incontrandomi nei corridoi mi salutava…sempre con il sorriso…parlava con tutti e tutti erano felici di parlare con lui…con la sua camminata, con le sue meravigliose camicie e con i suoi ricci…io lo ricorderò sempre cosi…
    cioa rocco, un angelo andato in cielo

  125. Dio si sceglie gli angeli che vuole a suo fianco…Questa volta ha voluto con sè Rocco…Rocco con i suoi tanti riccioli…e quella camminata sulla punta dei piedi..
    Il paese è caduto in un cupo silenzio,anche il cielo si è fatto nero.

    Fino a due giorni fa l’ Italia inorridiva al pensiero di prendere le impronte ai bambini Rom…
    E già..chi sono i criminali? quelli che dicono espulsione ai clandestini? o un clandestino che ancora una volta ha ucciso?
    Questa volta non ha ucciso un ragazzo che non conoscevamo ma ha ucciso Rocco, che tutti conoscevamo.

  126. Ti ricorderó sempre con il tuo sorriso e sopratutto ricorderó la tua immensa intelligenza e sensibilitá. Non posso credere di nn poterti vedere piú camminare per la piazza quando verró al paese… di non sentire piú la tua voce chiamarmi da lontano per salutarmi.
    Sono tanto vicina ai genitori e parenti e a tutti che lo conoscevano e che gli volevano bene.

    Donatella Trivigno

  127. A 20 ANNI SI DOVREBBE SOLO GIOIIRE DELLA PROPRIA GIOVANE E BELLA ETA’
    MA C’E’ SEMPRE QUALCHE BASTARDO  CHE CERCA L’OPPOSTO NELLE VITE ALTRUI
    ROCCO TI CONOSCEVO SOLO DI VISTA CONSIDERATO LA DIFFERENZA DI ETA’ CHE C’ERA TRA NOI
    MA LA TRAGEDIA CHE COLPISCE  UN ACCETTURESE  
    COINVOLGE TUTTO IL PAESE 
    ROCCO TU ADESSO SEI UN ANGELO VEGLIA SU TUA SORELLA
    NON POSSO CHE ASSOCIARMI AL DRAMMATICO  DOLORE DELLA FAMIGLIA  

  128. Adesso qualcuno mi darà del razzista sapendo la mia fede politica: ma io penso che questa gente dovrebbe solo ritornarsele nei suoi paesi d’origine. Noi non abbiamo bisogno di questa gente. Ci rovinano solo la NOSTRA VITA.
     
    GIULIANO PALERMO (PRESIDENTE)

  129. Anche qui da noi é arrivata questa bruttissima notiza. Non ti conoscevo tanto bene, ma cmq sapevo e so che sei un ragazzo molto speciale. Non capisco perche queste tragedie capitano sempre ai piu bravi. Non ci posso credere a non vederti piu… Ci mancerai tantissimo ROCCO.
    Ciao Rocco

  130. ti ricorderemo tutti così, sempre a spasso x il liceo, eternamente di buon umore, con le tue fantastiche camicie e la tua cascata di ricci…continua a sorridere, ovunque tu sia…
    Ciao Rocco

  131. siamo tutti sconvolti.oggi si è fermato l’orologio,non si riesce a fare altro.le lacrime scendono .la testa è piena di pensieri,di immagini,di dolore..non si riesce a credere..è successo ad uno di noi!!
    CIAO ROCCO

  132. non ci sono parole che riescano a colmare il vouoto che lasciano questi tragigi eventi….non posso crederci….abbiamo perso un angelo…Rocco rimarà sempre nei nostri cuori…e il suo sorrisso e la sua alllegria non li dimenticherò mai…..un abbraccio forte a valentina e alla sua famiglia….
    con affetto carmelisa

  133. HO SAPUTO SOLO OGGI CHE SI TRATTAVA DI UN RAGAZZO LUCANO…IO NON LO CONOSCEVO AFFATTO..MA QUESTI EPISODI A CHI NON FANNO STRINGERE IL CUORE.
    NON E’ POSSIBILE TUTELARE CHI NON RISPETTA LE NOSTRE REGOLE..!!!
    MA QUESTO RAGAZZO CHI LO HA TUTELATO?
    CHE LO STATO SI DIA UNA MOSSA..PIUTTOSTO CHE PENSARE ALLE CAVOLATE, CREANDO LEGGI PER PROPRIO USO E ABUSO!!!
    IL CUORE DI UNA MAMMA SPEZZATO, UNA SORELLA IGNARA ANCORA DELLA REALTA’..UN PADRE CHE DOVRA’ SOSTENERE LA SUA SOFFERENZA ED ANCHE DELLA FAMIGLIA INTERA…BASTA BASTA BASTA!
    CIAO ROCCO…
    SONO VICINA AL DOLORE DELLA FAMIGLIA

  134. leggendo la notizia questa mattina su internet i miei pensieri si sono intristiti perchè non si può andar via così, anche se non lo conoscevo mi unisco al dolore della famiglia e degli amici; da oggi un angelo veglierà su tutti noi lucani a Roma.

  135. Ciao amico mio,non ho parole…mi mancherai tanto,eri una delle poche persone con cui riuscivo a parlare di tutto con te…semplicemente un ragazzo d’oro.Ti portero sempre dentro di me!!                                                                                              Addio comagno…                                                                                                   Branda Angelo                                                                                 

  136. continuamo a chiudere gli occhi  di fronte alle realtà dei fatti, diamo dei razzisti a coloro che vorrebbero mandare via  a calci nel culo solo i delinquenti extracomunitari, poi paghiamone le conseguenze …ciao Rocco

  137. continuiamo a chiudere gli occhi, diamo pure del razzista a tutti coloro che vorrebbero mandare via dall’italia questi delinquenti extracomunitari , poi a pagarne le conseguenze siamo sempre noi Italiani ciao Rocco

  138. Non si può perdere la vita così..per colpa di un’altro solo perchè si stava passeggiando di notte insieme alle persone più care..non si può distruggere una famiglia,per colpa di un bastardo su un furgone..
    Non ti conoscevo bene se non quelle 5 ore a scuola per 5 anni..ma posso dire con certezza che la tua era la persona più vitale che abbia mai conosciuto..
    Non posso ancora credere di non vederti mai più..
    Sono vicina alla famiglia

  139.  … penso a te, Rocco, che stavi vivendo tranquillo e insieme ai tuoi affetti più vicini la notte di Roma, bellissima e allo stesso tempo agghiacciante, proprio nel momento in cui iniziava la tua splendida vita…
    … rabbrividisco al pensiero di tutte le cose meravigliose del mondo che ti stavano aspettando e di quelle che avresti impresso della tua forza e del tuo pensiero…
    … mi rallegro però sapendo che tu sei un angelo, come tutti gli altri che avrai ritrovato lassù, da dove continuerai a  vivere nei cuori e nelle menti di chi ti ha amato… 

    Una garagusana romana

  140. Conoscevo Rocco…quando ho sentito accettura ho pensato a lui…il nome mi ha allarmato…sai rocco trivigno è molto comune…poi le foto…
    non posso crederci… non voglio crederci… si muore davvero.
    Rocco ricorderò di te la tua vivacità e quel tuo dialetto che sempre mi ha fatto sorridere…
    (ps: mi sono sempre dichiarato contrario alla politica dell’espulsione o cmq al razzismo o xenofobia che dir si voglia… però Dio santo!)

  141. Sei sempre stato un grande…
    Mi unisco al dolore della famiglia e di tutti coloro che ti hanno conosicuto, nei quali lascerai un vuoto incolmabile…
    Sei stato una persona speciale…
    Non ti scorderò mai…

  142. Ancora nn riesco a capacitarmi…come si puo’ morire a ventanni…nn è giusto.
    ti aspettavamo tutti per il nostro “evento”, dove tu dovevi immortalare le nostre espressoni..
    ti porterò sempre nel mio cuore..
    Addio Rocco

  143. non ci posso credere e non so cosa dire…..
    eri e rimarrai sempre una persona unica e specialissima per tutti, ïl nostro rocco, purtroppo la vita può essere cosi crudele e toglierci le persone a noi più care…….io i tuoi sogni di studiare a parigi,vedere new york, il tuo sorriso, le nostre confidenze e la nostra profonda amicizia non me la dimenticherò mai!!!! x sempre nel mio cuore!!!

    con te un angelo si trova in volo x il cielo….
    tanta forza,coraggio e vicinanza ai genitori,le sorelle e tutti amici e parenti!

  144. Rocco ti sei senz’altro distinto nella tua, pur breve, esistenza.
    Anche chi, come me, non frequentava molto accettura ha potuto costruire un’ottima idea della tua persona.
    Anch’io, oggi, piango per te!!!

  145. Nessuno riusciva a crederci stamattina quando abbiamo letto il suo nome sul sito del cpriere della sera. Era un ragazzo davvero educato e rispettoso. lascia un profondo vouto nel nostro paese.

    GIULIANO PALERMO (PRESIDENTE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :down: :ita: :left: :right: :mail: :nuovo: