Rocco , non ti dimenticheremo

ROMA – E’ stato condannato a 16 anni di reclusione per omicidio volontario e lesioni gravissime Ignatiuc Vasile, il moldavo di 23 anni che il 18 luglio scorso, a bordo di un furgone, poi risultato rubato, travolse un’auto, a Roma, uccidendo Rocco Trivigno, di 20 anni, studente universitario fuorisede di Accettura (Matera), e ferendo la sorella Valentina, di 22, e un altro passeggero, Nicola Telesca, di 25.

La sentenza è stata emessa dai giudici della III Corte di Assise di Roma presieduta da Angelo Gargani. Il processo si è tenuto con il giudizio immediato.
Il pubblico ministero Nicola Maiorano aveva sollecitato la condanna dell’imputato a 22 anni di carcere. I giudici hanno ritenuto di concedere a Vasile le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti.

L’incidente avvenne a un incrocio tra via Nomentana e viale Regina Margherita, a pochi passi dal luogo di un altro gravissimo incidente, alcuni giorni prima costato la vita ad Alessio Giuliani e Flaminia Giordani, falciati mentre erano in sella del loro scooter dall’auto condotta da Stefano Lucidi, condannato a dieci anni di reclusione con il rito abbreviato.

Vasile viaggiava a circa 160 chilometri orari e stava tentando di sottrarsi ad un controllo della polizia. Secondo quanto accertato dagli investigatori, l’uomo cominciò la sua corsa in viale Liegi, a bordo di un furgone Fiat Scudo, e attraversò due-tre incroci con il semaforo rosso, non rallentando mai la velocità. Fino all’incrocio tra via Nomentana e viale Regina Margherita dove travolse la Citroen C3 con a bordo i tre giovani, sbalzandola in aria e facendola finire con violenza contro un palo della luce.

fonte: Repubblica.it

Sostieni AccetturaOnline con una donazione

25 commenti

  1. come già dice il titolo “rocco non ti dimenticheremo”!!!!!
    alla splendida festa lucana in svizzera alla quale ha partecipato il gruppo folk questo 3 ottobre, erano presenti anke un paio di amici miei residenti in svizzeri, i quali erano già stati presenti nel 2003 (se non sbaglio) quando venne per la prima volta il gruppo folk in svizzera del quale faceva parte anche il nostro rocco….
    vedendo ballare tutti quei giovani ragazzi e ragazze con tanta gioia e allegria per le proprie tradizioni e con la passione per la danza….non potevamo fare altro che ricordare te ROCCO, ricordarti nel modo più semplice e bello ke esiste…cioè accompagnando tutto il gruppo ballando con loro come volevi sempre tu che facessimo per coinvolgere un pò tutta le gente!!!
    quindi carissimo amico come vedi, non ti abbiamo dimenticato e sicuramente non lo faremo MAI….sei sempre al nostro fianco e noi ti portiamo sempre nei nostri cuori!!!
    mi manchi tanto caro amico!!!

  2. sono passati dieci mesi.
    nessuno ha dimenticato e mai potrà farlo.
    un abbraccio a tutta la sua famiglia da parte mia ,degli altri docenti e ragazzi del liceo scientifico galileo galilei potenza

  3. è difficile  vedere Antonio e Caterina  e non pensarae  al  DOLORE  che ogni istante li accompagna.. un dolore amaro  come il veleno che quel bastardo dovrebbe ingoiare per espiare la colpa di un così efferato CRIMINE…
    ogni giorno, passo per  quel terribile incrocio dove per caso Rocco incontrò la morte e il mio pensiero, spontaneamente va a  Caterina, madre addolarata , affaticata e piangente come Maria per un suo amato Gesù.. coraggio…

  4. 16 anni nn servono a nnt..!!!Kn la buona kondotta può anke nn scontare tutti qst anni…!!E kmq nn può portare in vita il povero Rocco Trivigno Anke se ci manka tanto…!!!Dopo tt qst mesi Ankora sento la sua mankanza..!!!Ti porterò smpr nel mio cuore e nn ti dimentikerò maiiiiiiiiiii…!!!!:(

  5. 16 anni pena esemplare?
    Furto+OMICIDIO+lesioni aggravate e gli concedono le attenuanti generiche?
    Che rabbia!
    Non ci sto dentro per i nervi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :down: :ita: :left: :right: :mail: :nuovo: