Leonardo Palermo selezionato per il “Trofeo MSC Crociere”

E’ iniziato ieri, 15 marzo, il primo trofeo MSC Crociere dell’arte culinaria, la manifestazione che navigherà per il Mediterraneo, volta a promuovere la pietanza più famosa al mondo, la pizza. Questa prima edizione è nata grazie ad MSC Crociere, al maestro Luciano Sorbillo ed alla collaborazione con “Navigando con gusto” e con il gruppo “La piccola Napoli”.

L’evento ha come obiettivo la diffusione della conoscenza e lo sviluppo della pizza napoletana. Sono 35 le pizze selezionate tra numerose proposte ricevute e valutate tramite piattaforma digitale, che parteciperanno alla finale di martedì 22 marzo in cui verranno proclamati i vincitori del Campionato MSC Pizza in the World, assegnato il trofeo e i premi offerti dagli Sponsor. L’evento è partito  da Napoli, e si concluderà dopo aver toccato le città di Palma de Maiorca, Barcellona, Marsiglia, Genova e La Spezia.

Tra i concorrenti, è stato selezionato anche Leonardo Palermo. Il pizzaiolo accetturese ha iniziato a mettere in pratica la sua passione per la pizza nei primi anni 2000. Dopo alcuni anni all’estero è rientrato ad Accettura nel 2011 aprendo la pizzeria Manuelito.

<<Ringrazio tutti gli accetturesi che con il loro riconoscimento mi hanno portato a migliorare sempre ed a diventare un maestro istruttore, sempre alla ricerca di nuovi impasti e tecniche di lavorazione. Sono felice ed onorato di partecipare e di rappresentare Accettura e la Basilicata in questo importante evento>> ha detto Leonardo.

Durante la settimana di crociera è previsto anche un ricco palinsesto di corsi di aggiornamento e formazione dedicati agli impasti, alle lavorazioni e alle farine, e rivolti ai professionisti dei lievitati.

La rafanata, la specialità del carnevale in Basilicata

La rafanata è uno dei piatti tipici della tradizione lucana, preparata dal 17 gennaio, giorno di Sant’Antonio Abate, fino al Martedì Grasso. Ha l’aspetto di una frittata ma, sin dal primo morso, rivela il suo sapore forte e deciso.
Ciò che la rende unica è il rafano, una radice coltivata nell’entroterra montuoso della Basilicata, grattugiata a crudo e impiegata per arricchire i primi piatti locali come “orecchiette e ferricelli con ragù di carne di maiale”. Il rafano compariva spesso sulle tavole di agricoltori e pastori, essendo poco costoso, ricco di proprietà salutari ed una buona fonte di vitamina C e B, tanto da meritare il soprannome di “tartufo dei poveri”.

La ricetta della rafanata ha diverse varianti che prevedono l’aggiunta del salame. Questa la nostra versione:

Ingredienti:

Formaggio pecorino 200g, radice di rafano, 1 patata, uova, un pizzico di bicarbonato. Olio o strutto per la cottura.

Il numero di uova richieste per la preparazione dipende dalla stagionatura del formaggio.

Procedimento:

Scorticate la radice di rafano. Grattugiate in una ciotola il rafano, il formaggio e la patata.
La quantità di rafano dipende dal grado di piccantezza desiderato, nel nostro caso abbiamo usato 50g. Leggi tutto

La domenica di Carnevale

Ultima domenica di Carnevale in una qualsiasi casa accetturese
#carnevale #neve #piattitipici

:arrow: Ricetta della rafanata

G Colucci Acerenza

L’ Accettura vince e supera l’Acerenza in classifica

G Colucci Acerenza
Gli accetturesi festeggiano il gol di Piliero

AS Accettura G.Colucci – ASD Acerenza 1-0

Formazione
Dacunto; Pinto, Pellegrino, A. Labbate, Bartilucci; Sansone, Paradiso, Dimilta; Piliero, N. Loscalzo, Daraio;
Subentrati: Quirino, Urgo, B. Labbate, Cifuni, S. Marchisella;
A disposizione: L. Marchisella, C. Loscalzo, F. Vespe, Grasso;

La sintesi

L’AS Accettura G. Colucci inizia il 2022 come aveva finito il 2021, vincendo.

Dopo la vittoria in rimonta contro il Pietrapertosa all’ultimo minuto, e la gara non disputata per assenza degli ospiti contro l’SSD Matera, l’Accettura batte l’ASD Acerenza.

La partita era particolarmente sentita dai padroni di casa vogliosi di riscattarsi dopo la sconfitta della gara di andata alla prima giornata. Inoltre le squadre, prima della partita, erano a pari punti ed una vittoria voleva dire scavalcare una diretta avversaria.

La partita inizia molto equilibrata, nei primi 30 minuti si gioca principalmente a centrocampo con i ragazzi dell’Accettura che provano a mettere subito la gara sui binari giusti.

Al 35esimo minuto arriva il vantaggio: punizione dalla tre quarti di sinistra di Rocco Paradiso, palla ricacciata dalla difesa dell’Acerenza che finisce sui piedi di Pietro Piliero che all’altezza del dischetto del rigore lascia partire un tiro che si insacca alla destra del portiere, 1-0.

Al 40esimo del primo tempo gli ospiti provano a pareggiare la partita. Punizione dallo spigolo dell’area battuta dal numero 4 dell’Acerenza che sfiora di poco l’incrocio dei pali.

La palla del raddoppio capita tra i piedi di Nicola Loscalzo allo scadere del primo tempo: punizione dalla tre quarti, Rocco Paradiso mette la palla in mezzo dalla sinistra e l’attaccante al volo, di piatto, non trova la porta.

Nel secondo tempo gli ospiti si sbilanciano in avanti alla disperata ricerca del pareggio. Si segnala però un’unica grande occasione: punizione da tre quarti di campo, parata di Mimmo Dacunto che però non trattiene, palla che resta in area e numero 10 dell’Acerenza che segna a porta sguarnita. Gol annullato per fuorigioco nonostante le proteste degli ospiti.

:arrow: Gli altri risultati, la classifica e la prossima giornata

Primo tempo – Crediti ASD Acerenza

Secondo tempo – Crediti ASD Acerenza

1 2 3 4 5 6 266